Ultimo aggiornamento: domenica 17 ottobre 2021 09:51

Eto’o: “Quando firmai con l’Inter chiesi il bonus Champions, ero sicuro che l’avremmo vinta”

10.10.2021 | 13:31

Nel suo intervento al Festival di Trento, Samuel Eto’o ha anche parlato della questione Super Lega, di Ibrahimovic e dell’Inter. Di seguito le sue parole:

Sulla Super Lega

“Ciò che porta al bene del calcio va ottenuto con l’accordo di tutte le leghe, ma deve essere un qualcosa di buono per il calcio. Se si vogliono introdurre buoni cambiamenti nessuno si opporrà. La Champions dà prestigio ma ciò che ci dà importanza sono le leghe”.

Sul livello del calcio di oggi

“Mi sembra che ai nostri tempi ci fossero numerosi giocatori che arrivavano fino a quarant’anni. Penso a Ibrahimovic. E il problema è che è il migliore della sua squadra”.

Sulle difficoltà del Barcellona

“Ultimamente il Barcellona mi sta facendo soffrire, si vivono tempi duri noi che lo amiamo. Sarebbe dura accettare l’eliminazione dal girone di Champions, spero ancora che non avvenga”.

Sull’Inter

“La maglia più bella d’Italia. Magari non mi crederete, ma chiedetelo: quando sono andato a firmare il contratto c’era una differenza di soldi, io ho detto di mettere la Champions come premio che massimo due anni l’avremmo vinto. Avevamo una squadra di lottatori e di brave persone con un allenatore unico, che capiva perfettamente ogni giocatore e i tifosi dell’Inter. Ha combinato tutto in modo perfetto. Se rivedi la partita di ritorno col Barcellona è ovvio che avevamo bisogno del fattore fortuna: l’abbiamo avuto perché abbiamo dato, dato, dato per tutto l’anno. L’Inter può vincere ancora il campionato, lo spero. Ho visto la sconfitta all’ultimo secondo col Real Madrid: può succedere. C’è una squadra per competere e vincere ma serve lottare”.

Foto: Instagram Eto’o