Ultimo aggiornamento: lunedi' 27 gennaio 2020 20:15

ESTRO E VOGLIA DI LASCIARE IL SEGNO CON LA SPAL: STREFEZZA E LA PRIMA GIOIA IN A

24.12.2019 | 13:30

La diciassettesima giornata di Serie A ha regalato diversi colpi di scena, in particolar modo l’impresa esterna della Spal, capace di piegare il Torino di Mazzarri ribaltando il risultato di svantaggio. Un successo fondamentale che ridà grandi speranze alla formazione di Leonardo Semplici che sorride e si gode, non solo il solito Petagna, ma anche le prodezze di Gabriel Strefezza, fantasista alla sua prima gioia in Serie A. Gabriel Tadeu Strefezza Rebelato, nasce a San Paolo, in Brasile, il 18 aprile del 1997. Sin dai primi tempi dell’infanzia inizia a rincorrere il pallone con i suoi coetanei e la sua famiglia, di chiare origini italiane, lo supporta in tutti i modi. Dopo aver giocato per le strade del suo quartiere, il piccolo Strefezza, nel 2006, sostiene e supera a pieni voti un provino per il Corinthians. Da quel momento comincia a tutti gli effetti la carriera calcistica. Il talento c’è e si nota palesemente, le qualità tecniche sono eccelse e, abbinate a estro e fantasia, permettono al piccolo brevilineo di diventare devastante nell’uno contro uno.

Ogni giorno Strefezza si allena al massimo, ammirando i campioni dei migliori campionati europei e sognando di poter emulare le loro gesta. Nel 2016, dopo essere stato scartato da Palermo e Lazio per via della bassa statura (1,68 cm), viene acquistato dalla Spal. Il duttile esterno offensivo lascia il Brasile e approda in Italia, sua terra d’origine (i bisnonni erano di Riesi, in Sicilia). Inizialmente disputa alcune gare con la formazione Primavera, poi debutta in prima squadra nel match di Serie B contro l’Avellino. Nell’estate del 2017, per crescere e maturare, passa in prestito alla Juve Stabia: in Serie C colleziona ottime prestazioni condite da 32 presenze e 3 gol. L’anno dopo, ancora a titolo temporaneo, si trasferisce alla Cremonese in B disputando un buon campionato. Una volta rientrato alla base, Semplici lo convoca per il ritiro e lo ritiene pronto per la Serie A. Il 15 settembre, nel giorno del successo contro la Lazio, debutta nel massimo torneo. Nelle settimane successiva trova sempre più spazio e si adatta alle richieste del tecnico estense giocando anche da quinto a destra o a sinistra. Sabato scorso, infine, dopo tanto lavoro e sacrificio, è giunta la meritata prima rete in A. Ora Strefezza non intende fermarsi e, con le sue giocate, proverà ad aiutare la Spal nella corsa salvezza.

Foto: Spal Instagram