Ultimo aggiornamento: sabato 08 agosto 2020 00:31

ESPLOSIVITÀ, PERSONALITÀ E LETTURE DIFENSIVE: SIMAKAN, IL NUOVO COLOSSO FRANCESE

14.05.2020 | 14:55

Come ogni anno la Ligue 1 propone dei talenti molto interessanti e, anche nella stagione appena conclusa (il campionato francese è stato sospeso in via definitiva), si sono messi in mostra diversi prospetti dalle indiscusse qualità. L’ultimo, non certo per importanza, porta il nome di Mohamed Simakan, difensore franco-guineano che si è distinto con la maglia dello Strasburgo. Un classe 2000 sul quale si sono concentrati gli interessi di tantissimi club, rimasti stregati dalle sue prestazioni e dalle sue caratteristiche: fisicamente ricorda un giovane Koulibaly, proprio per la comune fisicità, il pezzo forte di un repertorio che ha stupito la Ligue 1, e non solo.

Nato a Marsiglia il 3 maggio del 2000, Mohamed Simakan ha iniziato a giocare a calcio a 6 anni nel Vivaux Marronniers, poi il passaggio all’FC Rouguière, dove è rimasto una sola stagione, venendo subito scovato dagli osservatori del Marsiglia. Nel settore giovanile dell’OM resta 5 anni, ma poi non viene confermato e decide di trasferirsi per pochi mesi allo JO St Gabriel, prima di passare per una stagione all’Air Bel, club da dove viene prelevato dallo Strasburgo nel 2017, venendo subito inserito nella seconda squadra. La sua scalata alla prima squadra sarebbe potuta essere molto più veloce se non si fosse rotto i legamenti del ginocchio nel luglio del 2018, infortunio che lo ha costretto a saltare mezza stagione. Ma tornato a disposizione di Laurey, Mohamed è riuscito rapidamente a conquistare la fiducia del suo allenatore, ritagliandosi – nonostante la giovanissima età – una maglia da titolare inamovibile al centro della difesa.

Simakan, centrale di grande personalità, è in grado di abbinare ad un fisico eccezionalmente massiccio una velocità di base tutt’altro che trascurabile. Bravo tecnicamente, il classe 2000 sa costruire il gioco dalle retrovie, una qualità che lo fa entrare di diritto nella ristretta cerchia dei centrali moderni. Fortissimo nei duelli aerei, nelle letture difensive e nell’intercettare i passaggi avversari, Simakan ha ancora ampi margini di miglioramento, ma le premesse lasciano presagire un futuro da big.

 

Foto: sito ufficiale Strasburgo