Ultimo aggiornamento: sabato 06 marzo 2021 00:15

ELEGANZA, TECNICA E PERSONALITÀ: ECCO JORGE MERÉ, IL DIFENSORE DEL FUTURO

21.07.2017 | 10:40

Jorge Meré

Giorni e giorni di trattative con lo Sporting Gijon per Jorge Meré, difensore centrale classe 1997 in cima alla lista di Marco Giampaolo, non sono bastati alla Sampdoria per assicurarsi le prestazioni di un giovane dall’indiscusso valore. I blucerchiati aveva alzato la proposta fino a nove milioni di euro, con i bonus, si erano avvicinata molto alla definizione ma senza chiudere l’affare. E allora ne ha approfittato il Colonia, che si è inserito prepotentemente nella corsa allo specialista spagnolo – ritenuto una delle migliori promesse del calcio europeo – e nella giornata di ieri ha ufficializzato l’ingaggio del promettente Meré, che ha firmato un contratto con il club tedesco fino al 30 giugno 2022. Niente Italia e Samp, dunque, per il difensore classe 1997: nel suo futuro c’è la Bundesliga.

Jorge Meré è nato il 17 aprile 1997, a Oviedo, stessa città che ha dato i natali a Fernando Alonso e alla regina Letizia di Spagna. Meré corre veloce e dimostra eleganza sui campi di calcio con la maglia del Real Oviedo fin da ragazzino, dove gioca dal 2005 al 2010, nel settore giovanile de club asturiano. Poi il passaggio allo Sporting Gijon, a soli 13 anni, dove – dopo aver fatto tutta la trafila nella cantera rojiblanca- diventa il più giovane esordiente di sempre in seconda squadra. L’11 aprile 2015, a diciotto anni non ancora compiuti, debutta anche con la prima squadra dello Sporting, in una trasferta sul campo del Real Saragozza valida per la 33ª giornata di Segunda Division. Al suo primo anno tra i grandi ha collezionato cinque presenze nella seconda serie spagnola, contribuendo alla promozione del Gijón nella Liga. L’anno seguente, poi, l’esplosione vera e propria: titolare fisso nel massimo campionato iberico e Meré è presto sulla bocca di tutti. Ha fatto il suo esordio in Liga il 23 settembre 2015, alla quinta giornata di campionato in casa del Rayo Vallecano. Si è poi ritagliato uno spazio nella formazione titolare a suon di ottime prestazioni, arrivando a concludere la stagione con venticinque presenze e riuscendo a ottenere la salvezza. Jorge è diventato ben presto uno dei pupilli dello stadio El Molinón, il pubblico locale ha coccolato e osannato il ragazzo che ha visto crescere nella cantera del club asturiano. Nella stagione appena conclusa ha collezionato 31 presenze in Liga, ma senza riuscire ad evitare la retrocessione del Gijon. Da qui la decisione in comune accordo con il club di separarsi, per permettere al ragazzo di spiccare il volo verso lidi più prestigiosi e alla società di incassare una discreta cifra per la sua cessione. Dopo aver sfiorato la Samp, che a lungo ha trattato con lo Sporting, è stato il Colonia ad aggiudicarsi il cartellino del talentuoso Meré per una cifra vicina ai 10 milioni di euro. Con la maglia della Nazionale spagnola, Jorge ha in tutte le selezioni dall’Under 17 fino all’Under 21. Nell’estate 2015 ha vinto gli Europei Under 19, con le giovani Furie rosse guidate dal ct Luis Del La Fuente, mentre il 30 marzo 2015 ha esordito anche in Under 21 in una partita amichevole contro la Bielorussia. Nel 2017 ha partecipato da protagonista agli Europei Under 21 in Polonia, raggiungendo la finale persa 1-0 contro la Germania, giocando quattro partite su cinque in tutto il torneo.

Jorge Meré è un difensore dotato di uno spiccato senso dell’anticipo, una qualità che compensa la sua non eccezionale velocità. Abile nel gioco aereo, pur non essendo un gigante, è alto “solo” 182 cm, può però soffrire nella marcatura degli attaccanti più prestanti fisicamente. Elegante e bravo tecnicamente, sa impostare il gioco con discreta disinvoltura, risultando così un centrale difensivo abbastanza completo. Inoltre, sa leggere bene l’azione, mostrando una notevole intelligenza tattica, a ciò aggiunge anche una buona capacità nel guidare il pacchetto arretrato, palesando personalità, maturità e carisma, doti poco comuni tra i suoi coetanei. Il suo stile di gioco, sempre calmo e mirato al controllo, trasferisce notevole tranquillità ai compagni di reparto, una qualità fondamentale per un difensore centrale che ambisce a diventare uno dei migliori nel suo ruolo. Tatticamente viene spesso utilizzato da centrale difensivo sinistro, ma essendo il suo piede preferito il destro, si adatta meglio sul lato opposto. In realtà, questa sua duttilità lo rende ancora più completo, poiché riesce a giostrare con naturalezza in tutti i ruoli centrali della linea difensiva. Elegante, maturo, determinato e carismatico: nonostante la giovane età, Jorge Meré è già un giocatore fatto e finito. Il Colonia ha fatto un ottimo investimento, considerando che il ragazzo nel recente passato è stato seguito e corteggiato da tutte le big europee. Le premesse per diventare un top nel suo ruolo ci sono tutte. Siamo certi che il classe ’97 farà parlare di sé – in positivo – anche in futuro.

 

Foto: fminside.met