Ultimo aggiornamento: giovedi' 09 luglio 2020 16:41

ELEGANZA E SENSO DELLA POSIZIONE: EL YAMIQ, UN BALUARDO MADE IN MAROCCO

29.01.2018 | 10:24

Un nuovo rinforzo per il Genoa, si tratta di Jawad El Yamiq, difensore marocchino arrivato nella giornata di ieri in Italia. Con il suo ingaggio il club rossoblu sistema a dovere il pacchetto arretrato consegnando al tecnico Davide Ballardini un elemento di esperienza e qualità che darà sicuramente il proprio contributo per conquistare la salvezza. El Yamiq, in arabo جواد اليميق, nasce a Khouribga il 29 febbraio del 1992. Inizia a giocare a calcio e a rincorrere un pallone per le strade del proprio quartiere, il suo amore per questo sport è talmente grande che col passare degli anni diventa un’autentica passione. Il giovane centrale sogna di poter diventare un calciatore professionista e di calcare i campi del calcio europeo. Per tentare di raggiungere il suo scopo entra a far parte del settore giovanile dell’Olympique de Khouribga, squadra della sua città natale, con cui si allena costantemente cercando di migliorare giorno dopo giorno. I suoi sforzi e i suoi infiniti sacrifici vengono finalmente ripagati nel 2011 quando, a 19 anni, viene promosso in prima squadra ed ha la tanto attesa opportunità di esordire nella massima serie marocchina. La prima stagione si conclude con il decimo posto in classifica, El Yamiq gioca con regolarità e dimostra una personalità degna di nota. Le sue caratteristiche principali sono l’importante struttura fisica (190 cm), il senso della posizione e un’invidiabile eleganza nel far ripartire l’azione dalle retrovie. Tutte doti che gli consentono di ritagliarsi senza molte difficoltà un posto nell’undici titolare. Nella stagione 2014-2015 raggiunge il secondo posto, a tre punti dai campioni del Wydad Casablanca e conquista la Coupe du Trône battendo in finale il FUS Rabat.

firma

Nell’estate del 2016, dopo 75 partite giocate e 7 marcature personali messe a segno, El Yamiq decide di cambiare aria. Per lui giungono diverse offerte da parte di top club del campionato marocchino e alla fine accetta l’offerta del Raja Casablanca. Per il difensore si tratta di una nuova esperienza, utile in particolar modo a plasmare le sue ormai note capacità. Con i biancoverdi si guadagna subito il posto in squadra e diventa un perno fondamentale, quasi imprescindibile. Le sue ottime prestazioni iniziano a far circolare il suo nome anche in Europa, ma soprattutto il commissario tecnico della Nazionale del Marocco, Hervé Renard, lo convoca affidandogli le chiavi del pacchetto arretrato in compagnia di Medhi Benatia, attualmente in forza alla Juventus. Con la selezione nordafricana firma la sua prima rete nell’incontro valido per la qualificazione al Campionato delle Nazioni Africane 2018 contro l’Egitto, terminato 3-1. La notevole crescita di El Yamiq è ormai sotto gli occhi di tutti e la sensazione è che presto giungerà la tanto attesa chiamata dall’Europa. Infatti, dopo un lungo periodo di attente valutazioni e di costante osservazione, il Genoa – come riferito in esclusiva nei giorni scorsi – ha deciso con convinzione di puntare su di lui: operazione da circa un milione e mezzo con i bonus e ingaggio da 200 mila euro fino a giugno per il difensore nativo di Khouribga. Delle ultime ore è la notizia che il trasferimento di El Yamiq al Genoa è saltato. Malgrado la presenza in città del difensore e con le ultime formalità burocratiche che stavano per essere sbrigate. Le motivazioni? Il Raja Casablanca, pur avendo accettato una somma superiore alla clausola, si è opposto alle modalità di pagamento. Un affare sfumato proprio all’ultimo momento.

firm

Foto: Raja Casablanca sito ufficiale