Vicario Twitter uff Venezia

Ecco chi è Vicario, il gioiello del Venezia che ha stregato il Cagliari

La salvezza aritmetica è lì a un punto, ma il Cagliari pensa già al futuro e al mercato per la prossima stagione. Come vi abbiamo anticipato in esclusiva, il club rossoblù è piombato con decisione su Guglielmo Vicario, portiere sotto contratto fino al 2021 con il Venezia. Lo specialista classe ’96 è stato protagonista di grande stagione con i lagunari (32 presenze complessive) rivelandosi tra i migliori portieri del campionato cadetto. Ecco perché i sardi – rimasti stregati dalle sue qualità tra i pali e dagli ampi margini di crescita – sono usciti allo scoperto, al punto da aver raggiunto un accordo di massima per un’operazione da circa un milione. Spesso uomo copertina nel campionato appena concluso, Vicario milita tra le fila del Venezia dal 2015, anno della Serie D, diventando pian piano tra i simboli della gloriosa cavalcata arancioneroverde verso la B. Cresciuto nell’Ancona, transitato all’Udinese, poi un’esperienza al Fontanafredda e ora uomo chiave del Venezia, Vicario da ragazzino giocava assieme a Scuffet e Meret, altri due giovani talenti tra i pali del calcio italiano. La struttura fisica c’è (quasi 190 centimetri irrobustiti da 85 chili), le doti tecniche pure. Non parliamo poi della personalità, che lascia presagire un futuro ricco di soddisfazioni. Il Venezia ci ha puntato forte per il dopo Audero, anche grazie al benestare di Walter Zenga, uno che di portieri se ne intende e che ha permesso la consacrazione di Vicario. In Laguna si sente di casa, ma nel suo futuro potrebbe esserci il Cagliari, pronto a scommettere sulle indiscusse qualità del classe ’96.

 

Foto: Twitter ufficiale Venezia

Archivio: Calciomercato