Dzeko

Dzeko: “Champions? Nessuno credeva in noi, ora pronti per il Liverpool. Quel no al Chelsea…”

Edin Dzeko, attaccante della Roma, ha parlato così ai microfoni del Telegraph in vista della semifinale di Champions League contro il Liverpool: “Guardiola? È uno di quei tecnici che preferisce un attaccante di tipo diverso dal mio, ma sta avendo successo lavorando così. Dipende dal manager, dallo stile di gioco, dal campionato in cui giochi, ma nel calcio il numero 9 ci sarà sempre. Hai bisogno del numero 9 adatto. Salah? Prima di tutto è un peccato che ci abbia lasciati, ma doveva andare via. Alla fine ha fatto bene, perché sta facendo cose pazzesche in Premier League, che non è il campionato più facile in cui giocare. Momo è un grande giocatore e un ottimo ragazzo e spero che possa battere dei record quest’anno, perché 40 gol in Inghilterra sono tanti. Spero che segni ancora in Premier League, ma non in Champions League. Dalla fase a gironi, nessuno credeva in noi, nessuno si aspettava che saremmo andati avanti. Nel nostro gruppo c’erano l’Atletico Madrid, che raggiunge le semifinali ogni anno, e il Chelsea, una delle squadre più forti. Non eravamo favoriti per passare il turno, ma ce l’abbiamo fatta. Abbiamo battuto lo Shakhtar all’italiana, nei quarti abbiamo fatto l’impresa contro il Barcellona. Ora siamo pronti per affrontare il Liverpool. I nostri punti di forza? La squadra. Una sola parola: la squadra. Tutto quello che abbiamo ottenuto, l’abbiamo fatto da squadra. Il rifiuto al Chelsea? Considerando ciò che è accaduto nell’ultimo mese, sono felice di essere rimasto. È un grande club ed ero felice che mi volessero, ma alla fine penso di aver fatto bene a rimanere perché volevo giocare in Champions League. Volevo provare a raggiungere prima di tutto i quarti di finale, cosa che non avevo mai fatto, e ora addirittura sono in semifinale, con l’obiettivo di raggiungere la finale. Vuol dire che ho scelto bene”.

Foto: Twitter ufficiale Roma

Commenti

Archivio: Altro