Ultimo aggiornamento: mercoledi' 11 dicembre 2019 11:54

Dopo Matera e Pro Piacenza, tocca al Rieti: Serie C, c’è una nuova pagina nera da raccontare

16.11.2019 | 13:37

Ci si era ripromessi di non arrivare più a tanto. Si era sperato che, il fondo, lo si fosse toccato con un 20-0. Invece no, non è così. La Serie C, domani pomeriggio, rischia di scrivere una nuova pagina nerissima del proprio calcio, precisamente allo stadio Centro d’Italia-Manlio Scopigno di Rieti.

Andrà in scena la sfida fra i reatini e la Reggina, la quale però si ritroverà davanti la squadra Berretti amaranto-celeste. Ieri, infatti, è arrivata l’ufficialità della conferma di uno sciopero, quello indetto ad inizio della settimana dalla Prima Squadra laziale qualora non fossero arrivati gli stipendi all’intera rosa.

Gli stipendi, come prevedibile, non sono arrivati ed, allora, contro la prima della classe andranno in campo dei ragazzi in quella che sta diventando preoccupante consuetudine del calcio di terza serie. L’anno scorso, infatti, furono Matera e Pro Piacenza – rispettivamente contro proprio Reggina e Cuneo – a mandare in campo la Berretti, onde evitare lo 0-3 a tavolino.

Regolamenti nuovi non sono bastati ad evitare la riproposizione di uno scenario che, nessuno, a partire dalla formazione di Toscano, avrebbe davvero voluto vedere. Da capire, adesso, cosa accadrà nei prossimi giorni, dopo il match che, peraltro, si giocherà a porte chiuse, visto che il club reatino non ha provveduto a pagare nemmeno il servizio di steward.

Foto: Sito Lega Pro