Ultimo aggiornamento: martedi' 19 ottobre 2021 13:30

DIATTA, UN JOLLY NEL PRINCIPATO

17.09.2021 | 13:30

Il Monaco è partito con il piede giusto nella fase a gironi dell’Europa League. La compagine di Niko Kovac ha battuto di misura lo Sturm Graz 1-0. Decisivo un gol di Krepin Diatta, un jolly offensivo, arrivato nel Principato a gennaio.

Dopo la delusione per la sfortunata eliminazione ai preliminari di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk, i monegaschi si sono ricompattati, ritrovando le giuste motivazioni per affrontare al meglio l’Europa League.

Diatta ha suonato la carica ai suoi. Il senegalese, classe 1999, da pochi mesi è arrivato al Monaco, prendendosi lentamente la scena. Emigrato con la famiglia da giovanissimo in Norvegia, il giovane ha iniziato a muovere i primi passi proprio nel Paese scandinavo verso il mondo del calcio.

Prima ha iniziato a giocare per strada, prima di essere notato da alcuni emissari della Oslo Football Academy dove è stato inserito dal 2014. Nel febbraio 2017, i norvegesi del Sarpsborg 08 hanno reso noto d’aver tesserato Diatta, proveniente dalla Oslo Football Academy, col giocatore che si è legato al nuovo club con un contratto quadriennale.

Il giocatore dimostrò qualità eccelse nella massima serie norvegese, disputando un campionato di altissimo livello, il suo primo tra i professionisti, segnando 3 gol e fornendo 7 assist ai compagni.

In virtù delle prestazioni conseguite nel campionato 2017, si è  aggiudicato il riconoscimento come giocatore rivelazione della stagione. Nel gennaio 2018, passa ad un club importante come il Club Bruges, in Belgio, confrontandosi con un campionato ed un calcio molto più competitivo. Dopo un po’ di fatica iniziale, doverosa, Diatta ha confermato anche nel Bruges le sue qualità. 

Per lui 4 stagioni nella Jupier Pro League, con 72 presenze e 18 reti con i belgi, con i quali vinse due campionati e una Supercoppa Nazionale. Ha giocato la Champions anche per due stagioni, nel 2019-20 e 2020-21 (ha affrontato la Lazio) segnando anche un gol. In entrambi i casi, il Bruges è arrivato terzo nel girone, venendo poi retrocesso in Europa League.

Nel gennaio 2021 il passaggio al Monaco. Fino allo scorso giugno ha collezionato 12 presenze e 1 gol, nell’aprile scorso contro il Saint-Etienne. Ora ha avuto un inizio di stagione positivo, bene anche nei preliminari di Champions, ma non è riuscito ad evitare che il suo Monaco approdasse ai gironi della massima competizione europea.

Diatta è un esterno d’attacco, può giocare sia a destra che a sinistra, molto veloce, abile a saltare l’uomo, predilige accentrarsi per provare il calcio ed è bravo negli inserimenti e sovrapposizioni. Può anche fare la seconda punta, ma deve migliorare in fase realizzativa.

Un jolly importante alla corte di Kovac nel Principato.

Foto: Twitter AS Monaco FC