Ultimo aggiornamento: venerdi' 03 luglio 2020 14:00

DENNIS JASTRZEMBSKI: L’ESTERNO MANCINO CLASSE 2000 CHE RICORDA SANÈ

13.06.2020 | 13:11

Il 20 agosto 2018 è una data che resterà per sempre marchiata per Dennis Jastrzembski, ala sinistra del Padernborn, in prestito dall’Hertha Berlino.

Il giovane talento classe 2000 è subentrato a circa 20 minuti dal termine in Coppa di Germania, facendo il suo debutto ufficiale tra i professionisti e ha fornito l’assist a Ibisevic per il 2-1 finale a seguito di un match equilibrato. Qualche giorno dopo ha debuttato in Bundesliga.

Nato a Rendsburg, ma con origini polacche, Dennis ha iniziato a giocare a calcio con il fratello Chris nel TSV Kropp. Nel 2013 i due fratelli sono passati all’Holstein Kiel Jugend, ma poi Dennis ha dimostrato un talento maggiore venendo ingaggiato due anni dopo dall’Hertha Berlino, conquistandosi l’appellativo di uno dei più promettenti della “cantera”.

Le prestazioni convincenti hanno permesso al ragazzo di giocare in tutte le categorie del settore giovanile: dall’Under 15 all’Under 19. Le migliori statistiche le ha collezionate con l’Under 17: 15 presenze e 4 reti. La stagione passata ha concluso con uno score comunque importante: 14 assist e 4 reti nell’Under 19, con la quale ha vinto il campionato di categoria. Nell’aprile scorso ha firmato il suo primo contratto da professionista.

Dennis Jastrzembski nasce ala sinistra, ed è dotato di grande velocità e tecnica di base. Spicca per la sua capacità di sprint palla al piede. Lo si nota nel corso di una stagione più per il numero di assist, rispetto a quello di reti segnate: pecca in freddezza sotto porta. Gli addetti ai lavori lo rinominano Sanè. E’ dotato di una fisicità abbastanza importante, che gli consente di vincere i duelli fisici.

Foto: Transfermarkt