Ultimo aggiornamento: martedi' 27 settembre 2022 19:03

Delneri: “Atalanta e Udinese da Europa. Sottil senza fronzoli. E Gasperini è abituato a stare lassù”

21.09.2022 | 11:23

Nell’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, Delneri ha parlato di Atalanta e Udinese, a partire dalla Dea: “L’Atalanta ormai si è abituata a stare lassù. È sempre stata outsider, ha fatto la Champions. Sa compiere grandi exploit. Quella di Gasperini è una squadra solida, sicura. Soprattutto ha una linea di lavoro continua. C’è un ambiente vicino che è molto importante. La Dea ha acquisito credibilità e mentalità, gioca sempre al massimo. E punta tanto sulla fisicità. Negli ultimi anni ha cambiato alcuni giocatori, ma ne ha presi di livello. Penso, per esempio, a Koopmeiners. Ha perso un po’ di qualità perché gente come il Papu Gomez o come Ilicic non la trovi dietro l’angolo, ma ha aggiunto intensità e determinazione negli uomini che ha preso. E la qualità uno come Malinovskyi la assicura eccome”.
Poi, sulla squadra di Sottil: “Il processo di nuova crescita è cominciato lo scorso anno. Anche qui c’è una linea precisa. L’Udinese ha tenuto quella linea. Sottil ha dato un input a questa squadra che ha pochi fronzoli. Ed è sempre molto concreta. Me ne sono accorto proprio vedendola con l’Inter. Mi piace. Le conferme di tanti elementi sono una base importante. Ha trovato una soluzione molto valida con Pereyra esterno alto a destra che si inserisce e va dentro il campo. È verticale, unisce aggressività e possesso. È veloce. Negli spazi che si aprono può essere devastante con la velocità di Beto. E poi c’è Deulofeu, un calciatore che fa la differenza anche adesso che non sta segnando. Crea, è super nell’uno contro uno, fa assist, prende pali. Se la squadra mantiene questo equilibrio mentale, come dice Marino può riuscire a centrare gli obiettivi societari. Che significa tornare a essere protagonisti”.
Infine, sugli obiettivi delle due squadre: “Europa? Al momento ci sono entrambe. E l’Udinese non è che non le abbia fatte le coppe. Ci è arrivata più volte. Sono due club che possono e sanno stare in quell’ambito, anche per come sono strutturati”.
Foto: Twitter Atalanta