Ultimo aggiornamento: venerdi' 14 agosto 2020 00:30

De Zerbi: “A Napoli con tanti assenti. Gattuso ha fatto un lavoro straordinario”

24.07.2020 | 15:32

Il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi è intervenuto ai microfoni dei canali ufficiali alla vigilia della gara di domani sera con il Napoli. L’allenatore dei neroverdi ha parlato della gara persa con il Milan: “Fino a quando siamo rimasti 11 contro 11, la partita era ancora aperta. Abbiamo preso due gol stupidi, avremmo potuto fare meglio nel secondo tempo. Poi rimanendo in 10 per qualcuno diventa più facile crederci, per qualcun altro meno, ma non è che nessuno ha fatto qualcosa in maniera superficiale o in malafede, sono caratteristiche. Domani dobbiamo prendere le forze dentro noi stessi. Abbiamo tanti infortunati. Abbiamo 10 giorni da lavorare, anche le altre sono stanche, dobbiamo prenderci l’ottavo posto perché ci teniamo, che poi possa valere per l’anno prossimo o non valere, non interessa, ma il prestigio di arrivare ottavi è un obiettivo importante, vorrebbe dire dare un senso importante alla stagione che è partita più di un anno fa, interminabile, è stata crescita per tutti nelle grosse difficoltà. Non abbassiamo la guardia, spero così anche per le altre due”.

Il tecnico degli emiliani ha parlato della condizione dei suoi ragazzi: “Capisco che si è stanchi, che ci sono 40° anche alle 10 di sera, 10 partite in poco più di un mese sono tante, tanti sforzi a livello mentale, e capisco anche che mancano 10 giorni alla fine e siamo in ballo per l’ottavo posto in Serie A, siamo giovani, io per primo, e dobbiamo andare oltre alle difficoltà. Voglio che sia così per tutti. Quello che è stato con Juve, Lazio, Bologna è già passato. Dobbiamo convivere con le sconfitte quando ci sono ma anche con le vittorie che è altrettanto difficile”.

A Napoli con tante defezioni: “Romagna, Obiang, Toljan, Defrel, Chiriches, Boga sono tutti fuori. Stavo vedendo chi è a disposizione per domani e stavo pensando alla formazione. C’è una formazione non forte ma molto forte. Abbiamo le forze per andare a fare quello che sappiamo anche con le assenze”.

Gattuso ha elogiato l’operato di De Zerbi: “Lo ringrazio perché so che le pensa e so anche che è bravissimo a motivare i suoi. Ha fatto un lavoro straordinario anche quest’anno, ha vinto la Coppa Italia, ha pareggiato col Barcellona, ha portato entusiasmo a Napoli. Ci incontriamo da tanti anni e la stima che ha lui per me vale lo stesso modo quella che io ho per lui”.

Il Sassuolo è in ottava posizione: “Bisogna fare punti in queste tre partite. I 48 punti non ci bastano, probabilmente non ne bastano 3-4 in più ma ne servono di più e noi abbiamo la forza per poterli fare”.

De Zerbi è contento ed orgoglioso del lavoro svolto con il Sassuolo: “Noi in trasferta o in casa cerchiamo di essere sempre gli stessi. Avremmo potuto fare di più all’andata anche se le difficoltà erano diverse, come avere tanti stranieri da far ambientare. Ci sono mancati Chiriches e Defrel, gli acquisti più importanti, e quando ci sono stati si son visti in campo. Sono contento, siamo contenti per quanto fatto ed è per questo che vorrei finire bene, mi piacerebbe mettere alle spalle subito il momento bello che abbiamo passato in questo periodo. Dobbiamo abituarci a convivere con le vittorie. Forse è più facile convivere con le vittorie perché riuscire ad avere la stessa fame dopo 2-3-4 vittorie di fila diventa importante per fare l’ultimo saltino”