Ultimo aggiornamento: mercoledi' 08 luglio 2020 15:00

De Leo: “Lazio subito in partita, nel secondo tempo si è visto il vero Bologna. Contenti di riavere Soriano”

29.02.2020 | 18:16

Emilio De Leo, viceallenatore del Bologna, ai microfoni di Sky Sport ha commentato la sconfitta con la Lazio: “Il secondo gol? Dal campo non avevamo avuto a lettura della situazione, però effettivamente c’è stato il tocco di Danilo che ha messo fuori causa il nostro portiere. Siamo partiti male, la Lazio è andata meglio. Non siamo riusciti a mettere in pratica la strategia che avevamo preparato. Poi dopo siamo riusciti a tranquillizzarci, a ritrovare le distanze. Nelle situazioni in cui potevamo riaprirla non siamo stati né bravi né fortunati a riaprirla”.

Come legge la partita.
“Sapevamo che sarebbe stata una partita complicata e che non ci potevamo permettere un approccio blando. Successivamente è venuto fuori il vero Bologna, soffrendo e subendo meno”.

La posizione degli attaccanti?

“Da un punto di vista difensivo abbiamo provato a fare la stessa partita dell’andata. Soriano doveva dare pressione a Lucas Leiva. Quando abbiamo visto che non coprivamo bene il campo abbiamo lavorato con un 4-3-1-2 con Orsolini seconda punta. L’abbiamo fatto perché in quei momenti dovevamo ricompattarci. Poi le distanze sono state un po’ ampie per i nostri attaccanti”.

Il rientro di Soriano?
“Ritrovare lui, come lo stesso Sansone e Santander ci consente di non perdere a nostra qualità. Soriano lavora bene in fase di non possesso e mette la sua qualità in ripartenza: ci dà una grossa mano”.

Cosa pensa della lotta Scudetto?
“Sono tre grandi squadre. La Lazio sta sfruttando molto il momento positivo e questo aspetto potrebbe fare la differenza”.

Foto: Bologna Twitter