Eurosport

De Laurentiis a 360 gradi: Cavani, Chiesa, Darmian, Koulibaly… e non solo

Aurelio De Laurentiis risponde alle domande di Radio Kiss Kiss relative ai tanti rumors di mercato accostati, più o meno insistentemente, al suo Napoli. Ecco le sue risposte a riguardo: “Non ho chiamato il fratello di Cavani. Al Matador non si negherebbe mai un eventuale appuntamento, ma se questo significherebbe negoziare una sua venuta al Napoli, sarebbe impossibile. Leggo che il Psg lo valuta 58 milioni, ma io non permetterei mai al Psg di recuperare quasi l’intera cifra con cui l’hanno acquistato. Koulibaly? Il rinnovo non si discute, ormai fa parte della famiglia. È talmente educato che non ci saranno problemi. Darmian? A chi non piacerebbe, gioca sia a destra che a sinistra, ma bisogna fare i conti proprio con il giocatore. Chiesa? Ho incontrato Della Valle un mese fa e mi ha detto che non l’avrebbe ceduto e qualora l’avesse venduto sarei stato il primo ad essere chiamato. Possibile scambio Mertens-Florenzi? È possibile che la Roma passi per la testa di prendere Mertens, ma non non lo scambieremmo con Florenzi. Amo molto Dries, me lo tengo. Arias? La trattativa non è chiusa ma ce ne sono sempre sei tra quelli che stiamo trattando, nulla ancora di definito. Grassi? La Spal sa che vale tra i 15 e i 20 milioni. Se offre una cifra che non corrisponde al suo valore, preferisco tenerlo. Rodrigo? È un bel profilo, ma abbiamo talmente tanti giocatori che faremmo un torto agli altri. Inoltre non ha una clausola da 50 milioni. Ochoa? Non sarebbe mica male, non so se ci sono davvero contatti. Digne? Non so chi sia, né dove sia. Sul recupero di Ghoulam? Sta procedendo in maniera ottima, a metà settembre sarà con noi”.

Foto: Eurosport

 

 

 

 

Archivio: Calciomercato