De Laurentiis

De La: “Il Napoli è già una squadra di top player. Cavani? Se mi chiama e si riduce l’ingaggio…”

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, durante l’incontro con i tifosi in programma questa sera ha parlato facendo anche il punto sul mercato degli azzurri: “Da domani, dopo aver portato a casa certe cose importantissime che sono rimaste in sospeso (Jorginho e Sarri, ndr), ogni giorno per tre giorni mi affidate 100 bambini, ma senza genitori. Jorginho? Parlare degli assenti non è mai positivo. È molto cresciuto in questi anni, ha dato il massimo. Ci sono state richieste da City e Chelsea, è giusto che lo si assecondi. Non rientrando tra l’altro nei nostri programmi tra l’altro, perché vogliamo spingere i giovani. Abbiamo preso Diawara due anni fa, il primo anno ha fatto bene, il secondo invece non è stato utilizzato come e quanto dovuto. Ancelotti lo apprezza tanto. Inoltre abbiamo Hamsik che il mister ha messo come regista adesso, lui è un maestro perché ha capito come massimizzare le qualità del calciatore. Questo è importante. Rispetto molto la cultura del tifoso. Innanzitutto non vi rendete conto di quanto siete offensivi nei confronti dei top player che sono già in squadra. Guardate caso, Chelsea, Manchester City e altri ci stanno violentando per portarceli via. Se sono da noi non sono top player e se vanno al City sì? Quando Conte mi ha chiamato per Koulibaly, offrendomi 58 milioni, io gli ho detto di no. La nostra è già una squadra di top player. Ci manca solo un terzino destro che sappia giocare anche a sinistra. Maggio è andato via e dobbiamo trovare un altro terzino, che diventi o già sia un top player. Io so che tutti voi vorreste Cavani, ma sgombriamo il campo. Cavani guadagna 20 milioni ogni 10 mesi. Avere Cavani e non far giocare gli altri, soprattutto ora che Ancelotti si è insediato, non sarebbe buono. Una squadra è fatta di 11 giocatori, non di uno. Guardate Higuain, con lui non abbiamo vinto. Lui ha fatto il record ed è andato a guadagnare il triplo, ma noi non abbiamo vinto. Noi negli anni stiamo facendo degli assist a chi lavora da noi. Se Cavani mi chiama, si riduce l’ingaggio e mi mette in condizione di parlare col Psg, vedremo se il club vorrà cederlo. Nonostante lui abbia una parte di famiglia qui, quando c’era da andare via per guadagnare il triplo è andato via. Noi siamo quelli delle tre C: cervello, cuore e c….”.

Foto: Napoli Twitter

Archivio: Altro