Ultimo aggiornamento: venerdi' 22 ottobre 2021 12:45

De Boer racconta: “Non avrei mai firmato con l’Inter se avessi saputo prima ciò che stava succedendo”

06.10.2021 | 16:43

Frank De Boer durante un’intervista alla rivista olandese Tijdschrift è tornato a parlare della sua esperienza come allenatore dell’Inter: “Quando ho firmato con l’Inter, ho iniziato ad approfondire i valori fondamentali del club. Ho parlato con tutti coloro che hanno lavorato nel complesso di allenamento, con i giocatori, gli allenatori, i portieri, i cuochi e ho chiesto loro cosa significasse per loro l’Inter e come doveva crescere il club. Col senno di poi ci ho messo troppa energia, mentre in un club del genere si tratta solo di vincere. Avrei dovuto concentrarmi solo sul calcio, poi forse sarei stato lì poco più di tre mesi. Questa è una saggia lezione. Volevo una conversazione con lo staff medico, uno scambio di pensieri aperto e onesto per vedere come potevamo aiutarci e rafforzarci a vicenda. Ho visto subito, mentre ci sedevamo intorno al tavolo, che nessuno avrebbe detto niente. Quindi quella conversazione era completamente inutile. So quanto sia importante il riposo quindi ho voluto concederlo ai giocatori dopo un periodo intensivo di quattordici giorni di partite e allenamenti per poi ricominciare. Beh, un giorno libero non era nel dizionario”. E ancora: “Se avessi saputo cosa stava succedendo all’Inter non avrei mai firmato. Hanno continuato allo stesso modo dopo che me ne sono andato, con il risultato che ci sono stati non so quanti allenatori dopo di me”.

FOTO: Twitter Olanda