Ultimo aggiornamento: martedi' 21 gennaio 2020 22:16

D’Aversa: “Il Frosinone è in B, ma ha una rosa da Serie A. Vogliamo passare il turno e guadagnarci la Roma”

04.12.2019 | 14:53

L’allenatore del Parma, Roberto D’Aversa, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di Coppa Italia contro il Frosinone: “Ci deve essere la volontà di cercare di passare il turno, dobbiamo essere bravi a non sottovalutare l’avversario che nonostante sia in B ha mantenuto l’ossatura dell’anno scorso. Da parte nostra ci devono essere convinzione e determinazione di passare il turno, con la voglia poi di affrontare la Roma“.

Formazione 

“Domani ci sarà la possibilità di scendere in campo per chi ha giocato di meno, ma non lo chiamo turnover perché tutti per come si allenano meriterebbero di giocare. La rosa è corta per una, quindi immaginate su una doppia competizione. Quello che ci dobbiamo aspettare domani è di vedere Pezzella titolare, un acquisto importante, Laurini che ha sempre fatto bene, Dermaku e Brugman. Più che sulle assenze mi fossilizzerei su chi giocherà”.

Tre anni di Parma

“Guardarmi indietro non mi piace ma ringrazio per tutti gli attestati di stima che mi stanno arrivando. E’ chiaro che se si ragiona su quello fatto in questi tre anni era impensabile arrivare dove siamo ora. Il percorso è iniziato prima che arrivassi. Dal punto di vista nostro non deve essere un punto di arrivo ma di partenza, c’è ancora molto da migliorare e crescere. Non parlo solo dei giocatori, è un percorso di crescita che deve portarci a non sentirci mai appagati e fare sempre qualcosa di nuovo, nel calcio quello che conta è il presente”.

Frosinone 

“Ha cambiato la guida tecnica, Nesta è un allenatore molto bravo anche se hanno avuto qualche difficoltà all’inizio e hanno cambiato lo schema di gioco. Ha risistemato una squadra che viene da un periodo positivo, ha segnato quattro gol all’Empoli, mi preme ricordarlo perché domani affrontiamo una partita non semplice perché molti di loro giocavano in Serie A l’anno scorso. Non possiamo permetterci di sottovalutarli, ci deve essere la volontà di dimostrare di essere superiori e di portare a casa un risultato”.

Siligardi

“Luca dal mio punto di vista è sempre stato un professionista serio, non c’è stata alcuna problematica nel dirgli che domani probabilmente verrà utilizzato dall’inizio. In campionato non posso utilizzarlo, non per scelta mia e dove posso utilizzarlo lo impiegherò”.

Gol subiti nel finale

“Il pensiero mio e dei ragazzi non deve essere quello della casualità. A loro ho fatto i complimenti contro Torino e Sassuolo dove abbiamo raggiunto in extremis una vittoria perché siamo andati a cercarla. Dobbiamo ragionare su queste due partite dove si poteva fare meglio e non concedere certe situazioni. Detto che le prestazioni sono state diverse, a Bologna meritavamo il risultato pieno mentre contro il Milan dobbiamo considerare anche la squadra che avevamo di fronte. C’è dispiacere perché abbiamo buttato via un punto che per la classifica poteva essere importante e insoddisfazione per quello”.

Foto: Sito Parma