Ultimo aggiornamento: venerdi' 03 aprile 2020 00:15

DANIEL BATZ, EROE PER UNA NOTTE. E QUEL SOGNO DI RIVINCITA CON LEWANDOWSKI

05.03.2020 | 10:30

Il Saarbrucken ha scritto la storia della Coppa Tedesca: è la prima squadra di una quarta serie ad aver conquistato la semifinale. Eroe di una notte nella vittoria ai calci di rigore con il Fortuna Dusseldorf è Daniel Batz. L’estremo difensore è stato protagonista assoluto del passaggio del turno con cinque calci di rigore parati nello stesso match, il primo al minuto 83 per salvare il pareggio e poi quattro determinanti nella serie dopo i supplementari. Storica l’intuizione sequenziale delle traiettorie nell’arco di un solo match, storica l’impresa della squadra tedesca in testa nella Regionalliga Südwest con sei punti di vantaggio dalla seconda.

Un’impresa che porta la firma del portiere classe ’91 nato a Erlangen, una città di 110mila abitanti, situata nel Land della Baviera. I primi guantoni nell’Adelsdorf a 12 anni, la squadra della cittadina di settemila abitanti nella Baviera, passando per il Futh fino alla trafila delle giovanili del Norimberga, dove nel 2010 viene aggregato alla prima squadra. Nel 2011 passa al Friburgo come terzo portiere, ma arriva l’occasione del debutto in Bundesliga il 28 aprile 2012 al Signal IUNDA Park contro la prima in classifica Borussia Dortmund di Jurgen Klopp. Batz incassa quattro gol da due calciatori, non proprio qualsiasi, Robert Lewandowski e “Kuba” Błaszczykowski, entrambi protagonisti con una doppietta. Sarà l’unico gettone del portiere che poi scenderà nelle categorie inferiori per trovare maggiore continuità, fino alla favola con il Saarbrucken. I Molschder avevano già fatto fuori al secondo turno un’altra squadra della massima serie, il Colonia e ora si ritroveranno di fronte la corazzata del Bayern Monaco. In avanti, guarda un po’, proprio Lewandowski che aveva messo a dura prova l’esordio del ventunenne ragazzo di Erlangen. Chissà che Batz non si riprenda la sua rivincita, certo sarebbe fantacalcio, ma di fantastica l’impresa il Saarbrucken l’ha già fatta.

Foto: Twitter DFB Pokal