Altro
Bazoer Olanda Foto Soccerex

DALLE GIOVANILI DEL PSV AL GRANDE SALTO: BAZOER, UN MEDIANO ESPLOSIVO PER IL PORTO

Il Porto sta per piazzare un nuovo colpo, si tratta di Riechedly Bazoer, giovane e promettente centrocampista di proprietà del Wolfsburg. In Portogallo il mercato chiuderà nella giornata di domani e i lusitani faranno giusto in tempo per assicurarsi un ultimo rinforzo di spessore. Bazoer nasce ad Utrecht il 12 ottobre del 1996 da una famiglia originaria di Curaçao, isola caraibica olandese. Sin da piccolo il piccolo Riechedly rincorre il pallone per le strade del proprio quartiere, ma il suo talento merita ben altro e nel 2006, all’età di 10 anni, viene tesserato dall’Elinkwijk. Il suo processo di maturazione ha inizio proprio in questo momento e col passare del tempo le sue doti vengono plasmate a dovere. Dopo 6 anni, grazie alla sue prestazioni sempre al di sopra della sufficienza sfoderate in giro per i campi di provincia dei Paesi Bassi, si fa avanti il blasonato PSV Eindhoven che decide di acquistarlo e di inserirlo nel proprio prolifico settore giovanile. Per Bazoer in quel momento si spalancano le porte del calcio che conta. Passa soltanto un anno e, nel 2013, spunta l’Ajax che fa di tutto per strapparlo ai propri rivali. I Lancieri non ci pensano due volte e prelevano il ragazzo convinti di potersi ritrovare tra le mani un calciatore dal futuro garantito.

Bazoer si sposta Eindhoven ad Amsterdam, ma sempre con la stessa voglia di emergere e in testa un unico obiettivo: diventare un professionista. Dopo tanti sacrifici e innumerevoli allenamenti, finalmente, giunge il momento dell’esordio in prima squadra: è il 27 ottobre 2014 e Bazoer fa il suo debutto partendo da titolare nella gara tra Urk e Ajax, valida per il terzo turno della Coppa d’Olanda. Da quel momento in poi lo spazio sarà sempre più frequente e iniziano ad arrivare anche le prime convocazioni nelle varie Nazionali giovanili Orange. Con l’Under 17, tra l’altro, si laurea Campione d’Europa. Le sue qualità migliorano in maniera evidente e sul rettangolo verde, l’esplosivo mediano, dimostra una personalità fuori dal comune. Nel gennaio del 2017, dopo aver collezionato 51 presenze e siglato 6 marcature personali, Bazoer decide di compiere una scelte importante e di lasciare l’Ajax per trasferirsi in Germania dove c’è il Wolfsburg che lo attende. Con i Die Wölfe il suo impiego non è mai costante, ma le 27 presenze bastano e avanzano per permettergli di brillare e di attirare le attenzioni del Porto che, come suo solito fare, è pronto a piazzare l’ennesimo colpo di prospettivo: operazione chiusa in prestito con opzione di riscatto, Bazoer è pronto al grande salto con la maglia dei Dragões.

Foto: Soccerex

Archivio: Altro