Ultimo aggiornamento: sabato 15 agosto 2020 10:00

Cosenza urla “Raul”: la notte della speranza firmata Asencio

25.07.2020 | 13:30

Il Pisa lo aveva scaricato, utilizzandolo davvero con il misurino, Raul Asencio lì ha etichettati come i sei mesi più brutti della sua carriera. L’allenatore D’Angelo aveva fatto autocritica proprio alla vigilia della sfida di Cosenza, un gesto che gli ha fatto molto onore. “Se non ho utilizzato Asencio è stata soltanto colpa mia”. Ma Raul doveva trovare il modo per rispondere e l’ha fatto proprio all’ultimo respiro, quando le speranze-salvezza del Cosenza si stavano affievolendo. Un gol che vale molto più di tre punti, ossigeno purissimo, la zona playout a un solo punto. Cosenza urla “Raul” e si aggrappa al suo attaccante proprio quando pensava di essere ai titoli di coda. Il bello del calcio, la gioia di Asencio che si tramuta in lacrime, di rabbia e di felicità. E’ vita per il Cosenza, c’è ancora vita sulla Sila, il manifesto è una gigantografia firmata Raul.

FOTO: Facebook Cosenza