Ultimo aggiornamento: mercoledi' 18 settembre 2019 20:00

CORSA, ESPLOSIVITÀ E GRANDE TECNICA: GUILHERME ARANA, UNA NUOVA FRECCIA PER GASPERINI

29.08.2019 | 10:00

L’uomo che mancava. Diverso da chi c’è da tempo, per questo a Bergamo hanno chiuso: è fatta per Guilherme Arana, il “quarto” di Gasperini, inteso come nuovo titolare che si aggiungerà ad Hateboer, Castagne e Gosens. Arana è un terzino sinistro dotato di discreta velocità e tecnica. Nella rosa atalantina andrà a sostituire il polacco Reca, appena passato ufficialmente alla Spal. Gasperini impiegherà Arana a tutta fascia sul lato sinistro, anche se all’inizio potrebbe avere poco spazio dal momento che il titolare in quella zona di campo è il tedesco Gosens (andato già a segno a Ferrara contro la Spal nella prima giornata di campionato). Sul lato sinistro ricordiamo che Gasperini ha anche a disposizione il belga Castagne, attualmente infortunato.

Nato a San Paolo il 14 aprile 1997, Guilherme Antonio Arana Lopes è entrato giovanissimo, a soli 10 anni, nel settore giovanile del Timão, dove ben presto ha avuto un’escalation professionale, considerato che ha giocato quasi sempre in categorie superiori rispetto alla sua età. Nel 2014, per esempio, a soli 17 anni ha vinto il campionato brasiliano per la categoria Under 20 ed è stato chiamato dal tecnico Mano Menezes ad allenarsi con la prima squadra. Il 7 maggio 2015 viene ceduto in prestito all’Atletico Paranaense, la sua unica – seppure breve – avventura lontana dal Corinthians, dove esordisce nella Série A brasiliana, raccogliendo in poco tempo 3 presenze. Un’esperienza che dura poco più di due mesi, infatti il 17 luglio dello stesso anno, il Corinthians lo richiama dal prestito per sostituire Fabio Santos, ceduto in Messico al Cruz Azul. Da allora, Arana diventa un titolare inamovibile per il Timão, ritagliandosi un ruolo da protagonista nella vittoria del campionato paulista. A fine anno viene acquistato a titolo definitivo dal Siviglia per 11 milioni di euro. Debutta nella Liga spagnola il 28 febbraio 2018 giocando da titolare nella partita giocata in trasferta contro il Málaga, in totale scende in campo solo 3 volte per 192 minuti. Lo scorso anno le cose non migliorano molto perché lo spazio è poco e chiude con 9 presenze e 1 gol. Con l’Under-20 brasiliana ha preso parte al Campionato sudamericano Under-20 2017, collezionando 6  presenze e 2 reti.

Arana è il prototipo del terzino di spinta brasiliano, che fa della fase offensiva il suo vero punto di forza, ma il talento di San Paolo riesce ad imporsi positivamente anche in fase di copertura. Rapido e veloce, è abile nel dribbling, molto potente ed esplosivo con gambe forti, ha un’ottima capacità di corsa ed è tosto nei contrasti. Non è altissimo (176 centimetri) ma si fa valere nel gioco aereo, infatti grazia alla sua esplosività riesce a saltare anche contro avversari più alti senza patire più di tanto. E’ inoltre dotato di una grande tecnica, che gli permette di controllare bene la palla in qualsiasi situazione e di calciare in modo pulito e secco, oltre che servire assist importanti per i compagni. Il suo tiro è abbastanza potente e ciò gli consente di essere pericoloso anche dalla media e lunga distanza. Prevalentemente gioca come terzino sinistro in una difesa a quattro, ma grazie alle sue caratteristiche potrebbe tranquillamente giocare anche come esterno di centrocampo. Il suo stile di gioco, molto propositivo, lo rende un appoggio costante per la manovra della sua squadra in fase di costruzione.

Foto: Twitter Atalanta