Ultimo aggiornamento: mercoledi' 27 gennaio 2021 00:20

Conte: “Potevamo essere morti, invece siamo ancora vivi”

01.12.2020 | 23:43

Il tecnico dell’Inter, Antonio Conte, ha parlato ai microfoni di Sky dopo la vittoria in Champions League. Queste le sue dichiarazioni: “Il Borussia è una squadra in forma, se non sei una squadra non vieni qui e vinci contro il Borussia. Potevamo evitare sofferenze inutili ma loro sono forti, la migliore del nostro girone. L’Inter è viva, è la cosa più importante. Ai ragazzi chiedo una crescita di responsabilità da parte di tutti. Solo così possiamo crescere come squadra e puntare a qualcosa di ambizioso. Stiamo facendo un percorso, però partite come questa testimoniano che la squadra c’è e che c’è unità d’intenti. Il gol subito all’intervallo poteva ammazzarci nello spirito, in una partita fin lì dominata. Nel bene e nel male sono con loro. Dovevamo riprendere con la stessa qualità e ho detto che con quella avremmo vinto. Sono stato un buon profeta. Sensi ed Eriksen ti assicurano qualità, ma meno interdizione mentre Brozovic quando ci mette la garra è un calciatore importante. Gagliardini? E’ un giocatore affidabile sotto tutti i punti di vista. Barella ha 24 anni e sta crescendo tantissimo, ha ancora margini di miglioramento… stessa cosa per Bastoni. Il mio compito è farli crescere.”

Foto: sito uff Inter