Ultimo aggiornamento: giovedi' 09 aprile 2020 00:20

CLASSE PURA E GOL A RITMO DI SAMBA: ANTONY, IL FUTURO DELL’AJAX

26.02.2020 | 13:45

L’Ajax piazza un importante colpo di prospettiva. I Lancieri nei giorni scorsi hanno comunicato l’acquisto di Antony Matheus Dos Santos, che arriverà dal San Paolo a fine stagione per 15,75 milioni di euro più 6 milioni di bonus legati al raggiungimento di determinati obiettivi. Il talentuoso attaccante classe 2000 ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2025. Un innesto di assoluto spessore per l’Ajax, considerato che Antony è uno dei talenti più interessanti del calcio brasiliano.

Nato ad Osasco, Antony ha iniziato a giocare a calcio nel Grêmio Esportivo Osasco e in seguito, nel 2010, è entrato a far parte del settore giovanile del “Tricolor Paulista”. Con quest’ultimo è riuscito a vincere ben 9 titoli nelle categorie di base, venendo così promosso in prima squadra da Diego Aguirre. Importante, nella sua pur breve carriera, è stata la vittoria dello J-League Challenge tournament in Giappone, dove il talento verdeoro è stato nominato come migliore giocatore della manifestazione. Antony ha fatto anche parte del gruppo vice-campione della Copinha, ma trionfatore nella Copa do Brasil Sub-20 e nella Supercoppa di categoria, che ha garantito al San Paolo la qualificazione alla Libertadores del 2019. Le buone prestazioni dell’enfant prodige non sono sfuggite agli attenti osservatori dell’Ajax che, già la scorsa estate, avrebbero voluto acquistare il ragazzo, considerato il degno sostituto di David Neres. Un’operazione rimandata soltanto di qualche mese.

Antony è un’ala destra mancina, che ha nella tecnica sopraffina abbinata alla velocità supersonica i suoi principali punti di forza. Estroso, abile nel dribbling, sa essere decisivo sia in fase di finalizzazione, come testimoniano i suoi 4 gol e 6 assist in questa stagione. Ha un buon tiro, calcia pulito ed in modo estremamente rapido, qualità che manda fuori tempo i portieri avversari. Con la sua accelerazione, sa attaccare bene la profondità, penetrando con tagli improvvisi i pacchetti arretrati avversari. A campo aperto, il classe 2000 risulta quasi imprendibile. E’ un giocatore di personalità, non ha paura di tentare la giocata difficile, ma non è un’ala solo finte e dribbling, anzi sa essere molto concreto e pragmatico. E dopo aver brillato in patria, per Antony il prossimo potrebbe essere l’anno della consacrazione: l’Europa e l’Ajax lo aspettano.

Foto: sito ufficiale San Paolo