Ultimo aggiornamento: sabato 24 agosto 2019 18:00

Il Chiasso di Scienza agli ottavi di Coppa Helvetia

19.09.2016 | 15:27

Il Chiasso di Giuseppe Scienza conquista una storica qualificazione agli Ottavi di Coppa Helvetia. I rossoblù, infatti, hanno superato il Wohlen per 1-0 grazie alla rete di Padula. Match per nulla scontato, nonostante gli avversari fossero reduci da cinque sconfitte consecutive. Il fresco cambio di allenatore pareva avere rigenerato Giampà e compagni, ma alla fine ha prevalso la voglia del Chiasso di conquistare una qualificazione che mancava da ben 25 anni. Mister Scienza ha commentato così la gara: “Nel primo tempo non abbiamo sbagliato tatticamente nulla, le seconde palle sono state tutte nostre e abbiamo fatto vedere anche delle discrete azioni. Bisogna migliorare la fase di costruzione e di possesso, in questo momento non siamo stati però molto precisi soprattutto nella ripresa: tutto parte, comunque, dal calo fisico, dopo il quale diveniamo troppo lunghi e imprecisi”. Il tecnico rimane però con i piedi per terra: “Questa vittoria non cambia niente, ci dà solo serenità, ma non possiamo dire di aver risolto i problemi così come non sarebbero peggiorati in caso di sconfitta. Sono contento per i ragazzi e per i nostri tifosi, perché quando gioiscono loro anche noi siamo più sereni, ma la stagione sarà lunga, siamo consapevoli di dover lavorare con questi ottimi giocatori, crescerli il più possibile. Il miglioramento si vede, Delli Carri ha esordito e ha fatto bene finché i crampi non lo hanno fermato, Padula anche, lo stesso Kandiah. Il Wohlen non mi sembra inferiore a noi, fisicamente hanno buoni giocatori, noi abbiamo un po’ più di razionalità nel gioco mentre loro hanno iniziato a darci problemi quando l’hanno messa sul piano della confusione”.

Nel prossimo turno il Chiasso sfiderà Winterthur, altra compagine di Challenge League.

Foto: rsi.ch