higuain-vs-lione-juventus-twitter

Champions: Juve, doccia gelata Tolisso

Nel quarto turno della fase a gironi di Champions League, la Juventus ha a disposizione il primo match point per assicurarsi la qualificazione agli ottavi. Allo Stadium arriva il Lione, formazione ferita dopo la beffa firmata Cuadrado rimediata in casa qualche settimana fa. Allegri lancia Marchisio dal primo minuto nella posizione di regista di centrocampo e Pjanic è a supporto del tandem Mandzukic-Higuain. Genesio si schiera con un compatto 4-4-1-1 con Ghezzal sull’out destro, Fekir a sostegno dell’unica punta Alexandre Lacazette. Il primo squillo è proprio di Mandzukic, il croato raccoglie una sponda volante di Higuain e spara un diagonale, Lopes si distende e blocca. Al 12′ Sturaro viene spintonato ingenuamente in area e il direttore di gara, l’olandese Kuipers, assegna il calcio di rigore: dal dischetto va El Pitita che spiazza Anthony Lopes e firma l’1-0. La Juve parte forte, il Lione è letteralmente chiuso nella propria metà campo. Intorno al 25′ è Marchisio a tentare la botta da fuori, destro di poco a lato. Poco prima dell’intervallo i francesi si affacciano per la prima volta in avanti: Fekir ci prova su calcio da fermo, ma la mira è alta. Poi Gonalons sfiora il palo con un insidioso colpo di testa in mischia. La Juve riparte immediatamente, Mandzukic sfugge via in campo aperto e serve Higuain che. Tutto solo, si divora il gol del raddoppio spedendo in curva. In pieno recupero Ghezzal fa tutto da solo e spaventa Buffon con un sinistro al veleno, brivido per i bianconeri. Nella ripresa il copione non cambia, la Juve attacca e Mandzukic strozza la conclusione dal limite dopo l’ottima assistenza di Pjanic. Inaspettatamente la formazione di Genesio inizia a creare pericoli e con coraggio mette in difficoltà i bianconeri. Allegri torna alla difesa a tre e richiama in panchina Bonucci e Pjanic per Benatia e Alex Sandro. Il Lione prende sempre più terreno e incredibilmente pareggia i conti con Tolisso, abile ad anticipare tutti di testa in area piccola. Buffon è battuto, 1-1. La Juve non reagisce, anzi al 94′ Lacazette vola in contropiede, calcia verso la porta e Buffon salva i suoi deviando in calcio d’angolo. Non c’è più tempo, niente qualificazione per Allegri che abbandona infuriato il rettangolo verde. Un’occasione sprecata per i bianconeri che, dopo il vantaggio iniziale di Higuain, sembravano poter archiviare la pratica con semplicità, ma invece si vedono costretti a rimandare ogni tipo di discorso al prossimo incontro con la Dinamo Zagabria (croati già eliminati). Adesso il Siviglia guida il Gruppo H in solitaria con 10 Punti, la Juve insegue a quota 8 e il Lione (ancora in vita) sale a 4.

Il tabellino

Juventus-Lione 1-1

Juventus: Buffon; Dani Alves, Barzagli, Bonucci (dal 23′ s.t. Benatia), Evra; Khedira, Marchisio, Sturaro; Pjanic (dal 23′ s.t. Alex Sandro); Higuain (dal 38′ s.t. Cuadrado), Mandzukic. Allenatore: Allegri.
Lione: Lopes; Rafael, Diakhaby, Mammana, Morel; Gonalons, Tolisso; Ghezzal, Fekir (dal 33′ s.t. Darder), Rybus (dal 26′ s.t. Cornet); Lacazette. Allenatore: Genesio.
Marcatori: Higuain (J) rigore al 13′ p.t.; Tolisso (L) al 40′ s.t.
Arbitro: Kuipers (Olanda).
Ammoniti: Pjanic, Barzagli, Marchisio, Sturaro, Darder, Ghezzal.

Foto: Juventus Twitter

Commenti

Archivio: Champions League