Ultimo aggiornamento: venerdi' 06 dicembre 2019 18:32

Champions, dall’Atalanta all’Inter passando per il Napoli: ecco le possibili combinazioni

27.11.2019 | 00:12

La Juve già qualificata come prima della classe agli ottavi di Champions, ma anche le altre tre italiane (Atalanta, Inter e Napoli) sono ancora in corsa per staccare il pass per il turno successivo. Ecco, allora, le possibili combinazioni.

La vittoria contro la Dinamo Zagabria ha tenuta accesa la speranza dell’Atalanta, ma la qualificazione agli ottavi di Champions non dipende solo dalla Dea, che dovrà sperare anche nell’altra gara per poter superare il proprio girone. La squadra di Gasperini non può sbagliare e nemmeno la capolista del girone può farlo. L’Atalanta, infatti, si qualifica se vince con lo Shakhtar e allo stesso tempo il Manchester City – già qualificato – batte la Dinamo Zagabria, oppure se la Dea batte lo Shakhtar e contemporaneamente il City pareggia con la Dinamo. L‘Inter, invece, è attualmente terza con 4 punti, staccata di 3 lunghezze dal Dortmund nei confronti del quale vanta però il vantaggio dei confronti diretti. Gli uomini di Conte sono attesi dalla trasferta di stasera contro lo Slavia Praga e poi dal Barcellona, in una doppia sfida in cui serviranno risultati che consentano l’aggancio ai gialloneri che vanno in Catalogna e poi ospitano lo Slavia. Dovessero pareggiare al Camp Nou salirebbero a 11 punti ma in quel caso rischierebbe anche il Barcellona nell’ultima in casa dell’Inter. Occhio, però, perché vincendo entrambi gli ultimi due confronti, Conte non dipenderà da alcun altro risultato perché a quota 10 si terrà dietro una delle due avversarie in qualsiasi caso. Dunque ha ancora il destino nelle proprie mani. Il Napoli, con 3 punti nelle ultime due gare (una vittoria a Liverpool o in casa con il Genk) avrebbe la certezza degli ottavi di finale senza guardare a nessun incrocio. Se il Salisbrugo non vincerà con il Genk, però, anche perdendo a Liverpool (o pareggiando in caso di pareggio degli austriaci) sarebbe fatta una giornata prima della fine. In caso di pari ad Anfield, basterà invece lo stesso risultato anche contro il Genk per non avere problemi.

Foto: Twitter ufficiale Champions League