Ultimo aggiornamento: venerdi' 11 giugno 2021 17:58

Cellino senza limiti: ora tocca a Clotet, il vice allenatore ai tempi del Leeds

04.02.2021 | 16:44

Avanti un altro. Non c’è presidente più “mangiallenatori” di Massimo Cellino, alle prese con un Brescia che non riesce a decollare. E che difficilmente potrà decollare se la strada è questa. La scelta a sorpresa chiama in causa Pep Clotet, 44 anni il prossimo 28 aprile, catalano di Barcellona che il numero uno del club lombardo aveva conosciuto ai tempi del Leeds quando era il vice allenatore, lo stesso ruolo che aveva assunto  anche con Malmö e Viking nelle sue precedenti esperienze. E che avrebbe rilevato nella sua avventura al Birmingham prima di diventare allenatore capo fino alla scorsa estate. Cellino si è ricordato di lui e lo ha convocato, avanti un altro, dopo aver momentaneamente assegnato la squadra a Gastaldello per la prossima partita.

Ma non è questo il punto, il punto è che dopo Del Neri, Lopez e Dionigi tocca a un tecnico che non conosce la realtà italiana, figuriamoci una situazione particolarissima come la Serie B. Dionigi aveva appena rinnovato fino al 2022 ed è stato sollevato dall’incarico: i risultati recenti deponevano a favore di questa soluzione, ci riferiamo all’esonero, la scelta convinta del prolungamento di poche settimane fa no. Ora per Clotet bisognerà utilizzare i bussolotti: rinnovo in corsa, fiducia a prescindere oppure esonero se le prossime tre o quattro partite non dovessero andare per il verso giusto? Il Brescia di Cellino, oggi, è questo: un terno al lotto, forse anche una cinquina…

Foto: Sito Birmingham