Joel Campbell Frosinone Foto ticodeporte

Campbell, l’agente: “Il Frosinone è stata una buona decisione. È un anno diverso dal solito per lui”

Intervistato al Wyscout Forum da TuttoMercatoWeb.com, Joaquim Batica, agente di Joel Campbell, ha parlato dei primi mesi dell’attaccante al Frosinone: “E’ un anno diverso dal solito per lui. Questa è la prima volta dopo tanto tempo che gioca in una squadra che lotta per la salvezza. Il Frosinone adesso sta giocando bene, ha piano piano trovato la sua dimensione e anche lui sta meglio. Per ora ha fatto 3 assist e spero che anche la prossima partita possa risultare decisivo. L’importante comunque resta il rendimento della squadra”. Facciamo un passo indietro: perché la scelta del Frosinone in estate? “E’ stata una buona decisione, quella di firmare per il Frosinone. La Serie A è un campionato di livello alto e dopo aver giocato negli altri principali campionati europei aveva voglia di provare l’esperienza italiana. E, come detto, ne siamo davvero felici”. Com’è nata l’idea di portarlo a Frosinone? “Lui aveva giocato poco lo scorso anno a causa di un brutto infortunio. Poi ha fatto il Mondiale con la Costa Rica, anche se non è andata bene come in Brasile. Il Frosinone ci ha chiamato e in poco tempo, 2-3 giorni al massimo, ci siamo messi d’accordo. Gli dissi che c’era questa possibilità, sono andato in Italia e in breve tempo abbiamo chiuso la trattativa senza esitazioni. Ho parlato col direttore sportivo, poi col presidente e si è fatto tutto. Speriamo che alla fine possa essere un buon anno per lui e per il Frosinone”. Torniamo al suo rendimento. Ci dica la verità, il gol un po’ gli manca… “Intanto ha fatto un gol con la Nazionale, anche se non ancora col club. Ma non sono preoccupato. Sono sicuro che presto segnerà e a quel punto ne arriveranno tanti altri. La cosa più importante però è giocare e che la squadra faccia bene. All’inizio non era al 100%, ora invece sta meglio. E’ arrivato nel 2011 in Europa, qua in Italia c’è un calcio diverso, molto tattico, in cui il fisico è importante. E lui sta bene. Ora ha fatto una bellissima partita in Nazionale col Cile in cui ha realizzato un assist e mezzo per i compagni, quindi manca davvero solo il gol in campionato. Ma sono sicuro che arriverà presto”. Ha già in mente qualche idea per il suo futuro? “E’ importante pensare partita dopo partita, questa è sempre stata la nostra filosofia. Joel è un giocatore del Frosinone e pensa solo al risultato del Frosinone. Vuol essere un giocatore importante per questo club, il calcio in fondo è uno sport di squadra e non di singoli. E’ felice di essere al Frosinone e di giocare in Serie A e pensa solo alla salvezza”.

Foto: ticodeporte

Archivio: Altro