Ultimo aggiornamento: lunedi' 16 dicembre 2019 00:30

BUSIO, IL WONDERKID A STELLE E STRISCE CHE HA STREGATO L’EUROPA

21.11.2019 | 13:10

Gianluca Busio incanta in MLS, e non solo. Il gioiellino classe 2002, di proprietà dello Sporting Kansas City, si è messo in evidenza nell’ultima stagione del massimo campionato americano, collezionando 22 presenze impreziosite da 3 gol e 2 assist. Numeri importanti che hanno attirato le attenzioni di tante big del Vecchio Continente, pronte a contendersi le prestazioni del talentuoso centrocampista statunitense con passaporto italiano. Sulle sue tracce – come vi abbiamo raccontato in esclusiva nei giorni scorsi – c’è la Fiorentina: la forte volontà di Commisso è quella di prendere uno dei ragazzi più emergenti del calcio statunitense e il patron della Viola lo ha individuato proprio in Busio. Per il 17enne la Fiorentina ha già messo sul tavolo due offerte da 3-4 milioni di dollari, ma la valutazione dello Sporting Kansas City è di 10 milioni di dollari. Occhio, però, perché Busio piace molto anche all’Inter, al Manchester United e ad altri top club europei. Intanto, la Fiorentina si è già mossa con la volontà di anticipare la folta concorrenza. Andiamo a scoprire qualcosa in più sul wonderkid a stelle e strisce.

Nato il 28 maggio 2002 a Greensboro, North Carolina, il nome e cognome di Gianluca Busio non sembrano essere esattamente proveniente dalla sponda Ovest dell’Atlantico. Il papà, infatti, è nato a Brescia e lì vi ha vissuto fino ai 18 anni, quando si è trasferito in America. Il piccolo Gianluca si ritrova con un pallone tra i piedi fin dalla tenera età, stimolato dal padre, e comincia a giocare con i suoi coetanei. L’allora 14enne Busio si rende conto di avere un potenziale importante e, contattato dagli osservatori dello Sporting Kansas City, non esita ad accettare l’offerta e trasferirsi da loro, dove a 15 anni appena compiuti diventa il secondo giocatore più giovane ad aver firmato un contratto professionistico in MLS. Ora, a soli 17 anni, gli Stati Uniti lo stanno già osannando per le sue doti calcistiche. Lo scorso campionato il giovane centrocampista ha segnato 3 reti in 22 match giocati con la maglia dello Swope Park (dove ha giocato in prestito dallo Sporting Kansas City), facendosi apprezzare dal pubblico americano. Ma Busio è stato anche uno dei protagonisti dell’ultimo Mondiale Under 17 con la maglia degli Stati Uniti: la rete realizzata contro il Senegal nella manifestazione iridata lo ha piazzato al secondo posto dei marcatori più giovani, dopo Freddy Adu.

Dotato di un’ottima qualità, Gianluca Busio fa della visione di gioco e degli inserimenti il suo piatto forte. Il diciassettenne ama giocare tra le linee e cercare l’imbucata giusta per i compagni di gioco, avendo caratteristiche prettamente offensive. Destro naturale capace di disimpegnarsi anche col sinistro, ha una spiccata capacità di saltare l’uomo che gli si para davanti, agevolata anche dal baricentro basso. Gioca al centro del centrocampo e spesso si propone in zona gol: andare a segno per lui non è un tabù e il suo futuro, sotto questo punto di vista, si prospetta brillante. Lo sanno bene le big del Vecchio Continente, pronte a contendersi le prestazioni del gioiellino Busio.

 

Foto: sito ufficiale Sporting Kansas City