Bonucci Twitter personale

Bonucci: “Lasciare la Juve fu un errore. I fischi? Meritati. Quando sono tornato…”

Queste le parole di Leonardo Bonucci, difensore della Juve, rilasciate ai microfoni del Corriere dello Sport: “Erano successe delle cose durante gli ultimi quattro mesi di Juventus, che mi avevano toccato a livello di orgoglio, a livello personale, intimo e non sono stato abbastanza bravo a farmele scivolare addosso. Poi, con il passare del tempo e guardandomi da fuori, sono riuscito a capire che lasciare la Juventus non era stata la scelta giusta. Fu una scelta difficile presa in un momento di rabbia. Quando sono tornato nello spogliatoio della Juventus ho provato una sensazione strana. Mi trovavo in un posto nuovo, ma era come se non me ne fossi mai andato. Questo stadio, questa squadra, questa città sono casa mia. La BBC è amicizia, è esperienza, è armonia professionale e umana. Noi tre e la B maiuscola che si deve aggiungere, quella del grande Gigi Buffon. I fischi? Me li sono meritati, così come mi sono meritato gli applausi e spero di continuare a meritarli perché significherebbe che sto facendo il mio dovere, quello per cui rincorro quel pallone. Sono contento di quello che sto vivendo in questo momento. A inizio campionato i fischi mi hanno caricato per un verso, ma mi hanno anche provocato sconforto. Ora sono arrivati gli applausi. Spero che diventino sempre più forti e più calorosi. Futuro? Il mio sogno è quello di diventare un allenatore importante di una grande squadra, possibilmente la Juventus. Per questo sto osservando e mettendo da parte tutti i segreti dei vari allenatori che ho avuto per cercare poi di tirare fuori il meglio da me stesso”.

Foto: Twitter personale Bonucci

Archivio: News