Ultimo aggiornamento: giovedi' 19 settembre 2019 00:30

Bonucci e Nkoulou, quando sarebbe bastato semplicemente chiedere scusa

08.09.2019 | 00:05

Ci sono situazioni imbarazzanti che potrebbero essere risolte semplicemente chiedendo scusa. Mancini ha punito Kean e Zaniolo per comportamenti ritenuti non professionali, degradandoli dalla Nazionale maggiore all’Under 21. Ma non è certo passata sottotraccia la simulazione di Leonardo Bonucci durante Armenia-Italia per una gomitata che Karapetyan mai gli ha rifilato e che è stata amplificata con una sceneggiata tale da portare all’espulsione. Bonucci ha avuto tutto il tempo per recitare il mea culpa. Nulla di tutto questo e neanche il pentimento, come se tutto fosse stato regolare. L’atteggiamento del difensore del Toro è stato assurdo, nel senso che Nkoulou si è prima rifiutato di giocare il ritorno di Europa League a Wolverhampton, poi ha parlato in libertà rilasciando un’intervista non autorizzata. Bonucci e N’Koulou sulla stessa sintonia, senza il minimo criterio di pentimento. Eppure sarebbe bastato semplicemente chiedere scusa.

Foto: Twitter Juventus