Ultimo aggiornamento: martedi' 07 aprile 2020 15:42

Bomber Caputo: “Grato a Conte. De Zerbi ha lo stesso carisma. Del Piero il mio idolo”

04.03.2020 | 09:30

Il suo idolo era Alessandro Del Piero. Non avrà le stesse caratteristiche dell’ex attaccante della Juventus, ma Francesco Caputo sta dimostrando di vedere la porta, anche in Serie A. Il calcio offensivo di Roberto De Zerbi va a nozze con la punta del Sassuolo, che si è raccontato nel corso dell’intervista rilasciata a AM Motori e stili di vita. In garage ha una 500, 126 ed un Maggiolino, oltre una Vespa Special. I motori gli piacciono, li riscalda anche quando va in campo: “Quando ero piccolo non avevo un idolo vero e proprio, però apprezzavo tantissimo Del Piero. – ha raccontato – Mi è sempre piaciuto, oltre che per le straordinarie qualità tecniche, per l’equilibrio mentale, la professionalità e l’attaccamento alla maglia della Juventus. Purtroppo non sono ancora riuscito a conoscerlo, magari se arrivo ai 20 gol lo contatto per domandargli qual è il segreto per vivere con equilibrio una carriera così lunga ad alti livelli”.

11 gol in questo campionato con la maglia neroverde, al centro dell’attacco di De Zerbi che paragona sul piano della grinta ad Antonio Conte: “A Conte sarò grato per tutta la vita. Mi ha fatto esordire in serie B a Bari e in quella partita realizzai una tripletta e in seguito mi ha voluto a Siena. Mi ha insegnato l’importanza dei sacrifici, con lui arrivi a casa sempre “cotto”. Ritrovare Conte in futuro sarebbe un sogno perché molto probabilmente vorrebbe dire essere arrivati in Champions. Conte e De Zerbi per carattere e carisma sono simili mentre idee e principi di gioco sono differenti. De Zerbi ci sta trasmettendo un’idea di calcio difficile, ma bellissima. Mai un lancio lungo, tanto possesso e grande movimento”.

Foto: Twitter Sassuolo Calcio