Ultimo aggiornamento: sabato 24 ottobre 2020 14:08

Da Bocchigliero a Gelsenkirchen, Tedesco: “Da piccolo tifavo Juve e avevo il codino di Baggio. Con lo Schalke…”

29.11.2018 | 19:23

Schalke Tedesco

Dalla piccola Bocchigliero in Provincia di Cosenza a Gelsenkirchen, questa è la storia di Domenico Tedesco, attuale allenatore del sorprendente Schalke 04. Queste le sue dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Sky Sport: “La mia famiglia? Non c’era molto lavoro e mio padre si è trasferito all’estero. Prima è andato lui, ha fatto tanti sacrifici ma ne è valsa la pena. A calcio ho giocato, ma a 17 anni mi sono reso conto di non essere al livello della Bundesliga e quindi ho cominciato a studiare, prendendo la laurea in ingegneria industriale. Il martedì andavo felice a scuola, perché la sera c’era la Champions. Da bambino tifavo Juventus, adesso continuo a simpatizzare per loro. Avevo il codino perché lo aveva Roberto Baggio, ma me l’hanno fatto tagliare. Per me è importante conoscere il dna del club. A livello di gioco mi piacciono quello proposto dal City, quello del Barça ed anche lo stile di Antonio ConteHo conosciuto Spalletti in Cina. In Italia ne abbiamo avuti tanti di allenatori bravi, da Arrigo Sacchi a Marcello Lippi. Per me importante avere un gruppo che tra dieci anni mi dica ‘Èstato bello stare con te, hai creato una bella atmosfera“.

Foto: Twitter Schalke 04