Ultimo aggiornamento: sabato 27 febbraio 2021 13:55

BASTONI, LA PRIMA VOLTA È DA URLO

14.02.2021 | 13:30

Lo Spezia agli americani, certamente, visto l’acquisizione della società ligure da parte della famiglia Platek. Ma ieri sera si può dire, lo Spezia agli spezzini. Ebbene si, la matricola terribile ligure ieri ha travolto senza appello la capolista Milan, un 2-0 firmato Bastoni e Maggiore, appunto, due spezzini doc, aquilotti nel cuore.

Simone Bastoni ieri sera con il Milan ha timbrato il suo primo storico gol in Serie A: e che gol! Un sinistro di prima intenzione che s è appoggiato al palo e ha battuto Donnarumma, dopo un passaggio corto su calcio di punizione. Un gol stupendo e importante, che ha certificato il successo dello Spezia sulla capolista Milan, uno Spezia che aveva raccolto solo 4 punti in casa in stagione prima della sfida ai rossoneri. La prima gioia in Serie A per Simone Bastoni, che, come ammesso dal giovane esterno ieri sera, non era preventivabile neanche nei suoi sogni.

Raccontiamo ora la favola, è proprio il caso di dirlo, di Simone Bastoni. Un ragazzo spezzino, tifoso dello Spezia, che si era fatto ben notare in Serie C ma ancora non aveva grandi numeri in Serie B, solo 12 presenze in due stagioni con i liguri, senza gol ovviamente.

Classe 1996, Simone Bastoni è alla sua prima stagione in Serie A. Cresciuto nel settore giovanile dello Spezia, Bastoni ha fatto tutta la trafila nelle giovanili del suo club, per poi essere ceduto in prestito nel 2015-16 al Siena in Serie C, dove collezionò 19 presenze, segnando due gol. Ancora due stagioni in Serie C, prima alla Carrarese (30 presenze e 4 gol con i toscani) e poi al Sud, al Trapani (25 presenze e 1 gol) nel 2017-18 con i siciliani. Lo Spezia a quel punto decise di fargli fare il salto di qualità in Serie B nel 2018-19 ma fino a gennaio, il giocatore giocò solo 3 partite, da subentrato inoltre.

Nel gennaio 2019, nuovo prestito in Serie C, al Novara, dove ottenne 14 presenze. La scorsa stagione, dunque, nuova chance in Serie B con il club della sua città, dove ha giocato solo 9 partite nell’anno della prima storica promozione in  massima serie. Con la pandemia, Italiano però lo tiene con sè ù, nel gruppo squadra che dovrà affrontare la Serie A, nonostante non avesse completamente convinto nelle stagioni in Serie B. Una scelta vincente quella di Italiano, che lo ha schierato in questi primi mesi di massima serie, con continuità, già 14 presenze in bianconero e ora anche il gol con il Milan.

Bastoni nasce centrocampista, abile tecnicamente, forte fisicamente e dal potente tiro di sinistro, è bravo negli inserimenti offensivi; con Vincenzo Italiano è stato schierato anche come terzino sinistro nella difesa a 4 ma può fare anche il quinto in una difesa a 3.

Bastoni, con il lavoro e il sacrificio ha saputo scalare le gerarchie e ritagliarsi il suo spazio, poco alla volta. Vanta anche alcune presene nelle nazionali minori come Under 19 e Under 20  e ora vuole confermarsi in Serie A.

Una curiosità, non è parente con Alessandro Bastoni, difensore centrale dell’Inter.

Foto: Transfermarkt