Ultimo aggiornamento: lunedi' 23 settembre 2019 19:57

Balotelli, solo Brescia e i retroscena tra presunti mediatori e Flamengo tardivo

15.08.2019 | 23:40

Se il procuratore in questione si chiama Mino Raiola, ci sfugge il motivo che debba portare un mediatore ad occuparsi di un’eventuale, molto eventuale, trattativa per Mario Balotelli al Flamengo. Sarebbe come se il direttore di un grande quotidiano avesse lo scoop e affidasse il resoconto di quella notizia a un suo collaboratore. Impossibile. La verità di Balotelli al Flamengo è questa: al fratello Enock è stato proposto un contratto da 15 mila euro con il Boavista con la possibilità di allargare la proposta anche a Mario, una presunta grande proposta con destinazione Flamengo. Molto presunta, evidentemente. Al punto che il Flamengo, interpellato, ha detto di essere interessato, ma a cifre diverse rispetto a quelle sbandierate da qualcuno. Un’offerta vera non è mai arrivata, a parte un tentativo tardivo del CEO brasiliano, praticamente fuori tempo massimo. Martedì c’era stato un incontro a Brescia con intermediari provenienti dall’estero, senza che esistesse la minima possibilità di un summit allargato alla presenza del direttore sportivo del club brasiliano. Mino Raiola e il suo entourage avevano capito tutto e si sono defilati dall’inizio. Per poi ascoltare le proposte del Flamengo quando Balotelli aveva scelto il Brescia. Noi siamo soddisfatti di non averla data mai per chiusa con il Flamengo e di aver parlato solo di interesse su ipotetiche cifre mai offerte ufficialmente, se non nettamente inferiori a quanto raccontato. Alla larga da ipotetici incontri venduti precedentemente come l’anticamera di svolta imminente. Noi che sbagliamo come e più di altri, sappiamo quando chiedere scusa e soprattutto quando è il caso di frenare con la fantasia. Infatti, Balotelli è pronto per un bel bagno di Brescia, magari con il primo allenamento la prossima settimana. La domanda risuonerà in eterno: per quale motivo se hai un procuratore come Raiola devi affidarti a chicchessia per andare al Flamengo? Mistero, amen.

Foto: twitter ufficiale Marsiglia