Ultimo aggiornamento: domenica 25 settembre 2022 21:36

BALDINI, UN BOMBER DI CATEGORIA

14.08.2022 | 13:00

Il Cittadella comincia subito con il piede giusto in Serie B. I veneti di Gorini, hanno battuto per 4-3 il Pisa, reduce dall’amara finale playoff, persa con il Monza, e da un organico in ricostruzione. Protagonista per il Cittadella, una vecchia conoscenza, non nuovo a grandi imprese.
Parliamo di Enrico Baldini, attaccante 25enne, che ha aperto le marcature per il Cittadella, segnando la doppietta che ha ribaltato il vantaggio iniziale dei pisani. Per Baldini può essere la stagione della consacrazione, lui che in passato si è regalato, e ha regalato serate magiche ai propri tifosi, non riuscendo però a trovare quella continuità di rendimento per fare il salto di qualità.
Lo ricordiamo infatti nel maggio 2021, compiere un’impresa clamorosa, quando, con una tripletta straordinaria, stese le ambizioni del Monza di Berlusconi, Boateng e Balotelli nella semifinale playoff, impedendo ai brianzoli di poter festeggiare la Serie A con un anno di anticipo. Cittadella che poi perse la finale per la Serie A contro il Venezia.
Quella con il Monza, fu la serata che sembrava potesse lanciare Baldini ad altissimi livelli nel calcio, con l’attaccante che però si è confermato un buon bomber per la Serie B.
Classe 1996, Baldini è cresciuto nel settore giovanile dell’Inter, con cui ha vinto un Torneo di Viareggio e una Coppa Italia Primavera. La punta ha esordito anche con la prima squadra nerazzurra, l’11 dicembre 2014, nella partita di Europa League pareggiata per 0-0 contro il Qarabağ.
Terminata l’esperienza con la Primavera nerazzurra, ha iniziato il giro di prestiti tra Serie C e B.
Il 6 luglio 2016 si trasferisce in prestito alla Pro Vercelli in Serie B, collezionando 7 presenze totali; il 26 luglio 2017 viene ceduto a titolo definitivo all’Ascoli, sempre tra i cadetti, con cui firma un triennale. Il 24 settembre segna la prima rete tra i professionisti, nella partita di Serie B vinta per 0-2 contro il Cesena al Dino Manuzzi. Il 14 agosto 2019 passa al Fano in Lega Pro, con cui si lega con un contratto di un anno; dopo aver conquistato la salvezza ai play-out con il club marchigiano, il 30 settembre 2020 firma un rinnovo biennale. Con il Fano ha totalizzato 43 presenze in una stagione e mezza, segnando solo 3 gol. Il 18 gennaio 2021 viene acquistato dal Cittadella a titolo definitivo. Il 6 febbraio successivo, sigla la sua prima rete con la maglia granata in Serie B, nel pirotecnico pareggio per 3-3 in trasferta contro il Brescia.
I numeri non troppo esaltanti in fase realizzativa, come prima punta, hanno fatto sì che il tecnico del Cittadella, Venturato, provasse a sfruttare altre sue caratteristiche, impiegandolo come esterno e come trequartista, essendo dotato di buon piede e ottima visione di gioco nel mandare i compagni a segno. Ha rapidità, tecnica e capacità di attaccare lo spazio.
La ormai famosa tripletta con il Monza ha certamente rilanciato la carriera di Baldini, un giovane che sembrava ormai essersi perso nei meandri della Lega Pro, ma che invece ha dimostrato che la Serie B può farla tranquillamente, dimostrando di essere un bomber di categoria, un attaccante con tante certezze per i veneti.
Arrivato al Cittadella nel 2020-2021, le sue prestazioni sono andate sempre più crescendo. Nella prima stagione, ha collezionato 15 presenze in campionato, segnando 2 gol, più altre 5 presenze ai playoff e l’ormai nota tripletta al Monza. La scorsa stagione, 2021-22, numeri in crescendo, con 32 presene in campionato, dove ha segnato 10 gol, con il Cittadella che però non raggiunse i playoff.
Ora la nuova stagione, iniziata con la doppietta al Pisa, che parte con tantissime aspettative. Baldini ha risposto subito presente, sa che può essere la stagione della definitiva svolta, per sognare, perchè no, un palcoscenico come la Serie A, e per confermarsi un bomber di categoria in Serie B.

Foto: Sito Cittadella