juveporto

Avanti, Juve: un altro bicchiere di Porto per la Top Eight

Completare l’opera dopo l’ottimo 2-0 dell’andata: questo il diktat in casa Juve in vista del match di stasera contro il Porto, ritorno degli ottavi di finale di Champions League. La vittoria del “do Dragão” rappresenta più di un’ipoteca, ma i bianconeri dovranno entrare in campo con il giusto approccio, perché in Europa mai nulla è scontato. Anzi le statistiche dicono che i ragazzi di Espirito Santo – nell’ultima trasferta italiana – si imposero per 3-0: storia dello scoro agosto, teatro l’Olimpico di Roma con i giallorossi di Spalletti nel ruolo di vittime, escluse al playoff dalla massima competizione continentale per club. Tralasciando la clamorosa remuntada del Barcellona della scorsa settimana, sulla pelle del Psg. I Dragoes, che all’andata giocarono in inferiorità numerica per tre quarti di gara in seguito all’espulsione di Telles, si presentano all’appuntamento con il biglietto da visita delle 9 vittorie di fila (13 nelle ultime 14 giornate) in campionato, un ruolino che li ha portati a ridosso del Benfica eterno rivale, distante un solo punto in classifica. La Juventus invece, come ben sappiamo, in Serie A continua a guardare tutti dall’alto, forte degli 8 punti di margine vantati sulla più diretta inseguitrice, la già menzionata Roma. La Signora è arrivata nel momento caldo dell’annata in corsa su tutti i fronti, da qui al termine della stagione dovrà disputare sicuramente 12 gare, la speranza dell’ambiente è di fare lievitare il numero fino a 18, numerino magico che farebbe rima con finali. Stasera il match point per assicurarsene altre due (quelle valide per i quarti di finale) e raggiungere intanto quota 14. Allegri e la squadra tutta vogliono arrivare in fondo, hanno le carte in regola per riuscirci, soprattutto hanno la maturità tale per affrontare al meglio la sfida contro André Silva e compagni, senza farsi condizionare più di tanto dal bonus strappato in terra lusitana. Pensare semplicemente a gestire il risultato potrebbe essere controproducente, ma anche da questo punto di vista i bianconeri danno garanzie, dal momento che giocano sempre per vincere. Avanti, Juve: un altro bicchiere di Porto per entrare nella Top Eight.

Foto: Twitter Juventus

Commenti

Archivio: Champions League