Ultimo aggiornamento: lunedi' 11 ottobre 2021 13:34

Ascoli, Passeri entra in società: “Ecco cosa mi ha convinto”

04.10.2021 | 18:45

Tramite una nota pubblicata sui propri canali ufficiali, l’Ascoli ha annunciato che Distretti Ecologici di Dino Passeri ha acquistato il 20% delle quote del club. Di seguito il comunicato della società bianconera e le parole del diretto interessato.

“Distretti Ecologici e Ascoli Calcio: un matrimonio recente fra due realtà vicine fra loro molto più di quanto si pensi. Da una parte un’azienda che da “famigliare” si è trasformata ben presto in S.p.A. grazie a intuizione, flessibilità e progetti a lunga scadenza; dall’altra uno dei Club più antichi d’Italia che, partito da una gestione fatta di passione (tanta), orgoglio e voglia di arrivare fra i grandi, è cresciuto sempre più fino ad arrivare ad oggi, nella Serie B del calcio ma con l’obiettivo mai sopito di tornare, con organizzazione e programmazione attente, sul gradino più alto. Dino Passeri, responsabile marketing e organizzativo di Distretti Ecologici, ha parlato a nome dell’azienda di come la sua famiglia si sia avvicinata all’Ascoli, acquisendone il 20% delle quote”.

Le Parole di Dino Passeri:

“Il progetto Ascoli Calcio ci ha convinti, ci è piaciuto, è un progetto duraturo, non un vezzo, ma un progetto di crescita. La mia famiglia è appassionata di calcio, da sempre tifosi della Lazio e da qualche tempo anche dell’Ascoli. Abbiamo origini ascolane e quindi non è un caso l’acquisizione di parte del club. L’acquisizione del 20% dell’Ascoli è la dimostrazione che crediamo nel progetto, ci siamo legati a un territorio in cui crediamo molto, un territorio ricchissimo e che ha sofferto. E il calcio è il miglior viatico per rafforzare questo legame. L’intento è di valorizzare quello che di buono c’è già. Da un punto di vista pratico il nostro mestiere può essere messo al servizio delle infrastrutture del calcio, ma è fondamentale trasmettere una filosofia. L’impressione di queste prime gare di campionato è che il potenziale sia importantissimo per la categoria, c’è stato qualche passo falso, ma stiamo crescendo ed è necessario tempo per maturare visto che è stato svolto un lavoro in prospettiva. Vedo comunque un giusto equilibrio fra giovani calciatori talentuosi e altri d’esperienza e Sottil sta svolgendo un grandissimo lavoro. Siamo certi che farà bene e ci darà belle soddisfazioni, non dico di più. Tifosi? Il calcio è fatto di persone e aggregazione e questo è un momento molto delicato per le tifoserie a causa delle restrizioni. Credo che serva fare lavoro di squadra con la Lega per trovare soluzioni che vengano incontro alle esigenze di tutti, tifosi compresi. Le squadre hanno bisogno dei loro tifosi”.

Foto: Logo Ascoli