Ultimo aggiornamento: domenica 05 luglio 2020 00:24

Argentina: morto Amadeo Carrizo, il portiere de La Maquina del River Plate

20.03.2020 | 17:15

Amadeo Carrizo - El Universal

Lutto nel calcio argentino: infatti, a 93 anni, è morto Amadeo Carrizo, storico portiere del River Plate fra gli anni ’40 e ’60. Fra gli innovatori del ruolo, fu uno dei primi portieri a lasciare l’area di rigore palla al piede e a sperimentare le uscite a terra per fermare gli attaccanti. Eletto miglior portiere sudamericano del ventesimo secolo dall’IFFHS, ha debuttato nel River Plate nel 1945, a soli 19 anni. Con i Millionarios, gioca fino al 1968, collezionando 545 presenze e stabilendo il record assoluto di presenze nel campionato argentino (513).  Fu uno dei protagonisti assoluti de La Maquina, quel River degli anni ’40-’50 che si è consacrato ad essere una delle squadre più forti di sempre del calcio sudamericano. Con gli argentini vince 7 campionati, 1 Coppa Ibarguren e 2 Coppe Adao, prima di andare a chiudere la carriera in Colombia, al Millionarios di Bogotà. Con la Nazionale vanta delle presenze ai Mondiali del 1958 e alla Coppa delle Nazioni vinta nel 1964 in Brasile. Carrizo è stata una vera e propria icona dei suoi tempi, divenendo molto amico di Alfredo Di Stefano e godendo della stima di Lev Yashin, suo corrispettivo dell’epoca in Europa. In suo onore, da qualche anno, il Governo argentino aveva istituito “Il giorno nazionale del portiere” per il 12 giugno, data del suo compleanno.

 

Foto: El Universal