Ultimo aggiornamento: venerdi' 05 giugno 2020 10:55

Allegri resta al Milan, ma ora serve un gran mercato

03.06.2013 | 00:53

Max Allegri resta al Milan. La cena con Berlusconi e Galliani ha portato a una svolta che nelle ultime ore sembrava sempre più chiara. Il lavoro dell’amministratore delegato è stato straordinario, ha lavorato per giorni e giorni nel tentativo (riuscito) di risalire la corrente. E ha convinto Berlusconi. Allegri è stato seguito a lungo dalla Roma che gli offerto di tutto e di più. E che a un certo punto ha pensato di aver vinto la partita. Invece no. Allegri aveva sempre sostenuto, non ufficialmente ma cambia poco, che sarebbe rimasto soltanto se avesse prolungato il contratto almeno fino al 2015: un anno in più, non per un aspetto esclusivamente economico, ma per sentire una maggiore fiducia e lavorare meglio. La volontà di un rinnovo indipendentemente dal buon esito dei playoff di Champions il prossimo agosto. Allegri aveva la fiducia di tutti, non la stima di Berlusconi. E di conferme sul rinnovo per ora non ci sono tracce ufficiali, vedremo. Urge un grande mercato: bloccato da tempo Poli, come già sapete, serve un altro specialista di centrocampista. E Max stravede per Nainggolan, necessario muoversi subito. E poi un difensore di spessore, che possa essere Ogbonna, Astori o chissà. Un Milan più forte, almeno quello, per archiviare una telenovela a tratti goffa e patetica.