Ultimo aggiornamento: giovedi' 16 settembre 2021 23:48

ALIOSKI, IL TUTTOFARE DELLA MACEDONIA

06.09.2021 | 14:00

Nella serata di ieri la Macedonia del Nord ha pareggiato per 2-2 con l’Islanda, gara valida per le Qualificazioni ai Mondiali di Qatar 2022. Ezgjan Alioski si è reso protagonista mettendo a registro un gol e un assist che hanno portato i suoi avanti di due reti, poi raggiunti da Bjarnason e Gudjohnsen nel finale.
La situazione in classifica del gruppo J vede la Germania in testa con 12 punti, segue una sorprendente Armenia con 10, poi Romania a 9 e Macedonia del Nord a 8. E’ un raggruppamento ancora tutto da decidere.
Ma chi è Ezgjan Alioski? La sua prestazione di ieri merita un approfondimento.

Ezgjan Alioski nasce a Prilep il 12 febbraio 1992, è un calciatore macedone di etnia albanese in forza all’Al-Ahli.
E’ soprannominato Gianni e detiene anche il passaporto svizzero, nasce come terzino sinistro ma può svolgere anche l’esterno offensivo sempre su quella fascia. Ha grande corsa e fisicità, nonchè un ottimo dribbling.
Muove i primi passi nel Flamatt, per poi passare allo Young Boys: con il club di Berna svolge tutta la trafila giovanile dal 2005 al 2013. Il club che lo fa esordire a livello professionistico è lo Schaffhausen, in terza serie svizzera. Al termine della prima stagione ottiene la promozione in Challenge League (seconda serie elvetica) con 10 presenze in sei mesi.
Nel gennaio 2016 lo prende il Lugano in prestito, dunque l’esordio in Super League (massima serie) e buone prestazioni, in particolare una doppietta contro lo Zurigo, gli regalano un rinnovo di contratto biennale con i bianconeri.
Utilizzato in maniera più offensiva, chiude la stagione 2016-17 con 16 gol e 14 assist in 34 presenze, nonchè una tripletta in soli 7 minuti contro il Sion, la più rapida della storia del calcio svizzero.
Numeri così importanti, sebbene in un campionato “minore”, lo rendono appetibile sul mercato nell’estate del 2017.
A spuntarla è il Leeds, che versa 2,5 milioni di euro nelle casse dello Zurigo per portare Alioski in Premier League e fargli firmare un quadriennale.
Lascia il club del patron italiano Andrea Radrizzani nel 2021 dopo 161 gare giocate e 21 reti per accasarsi all’Al-Ahli a parametro zero, dopo la scadenza del contratto con gli inglesi.
Con la maglia della Macedonia del Nord l’esordio di Alioski è datato 11 ottobre 2013, spesso e volentieri ricopre il ruolo di ala o addirittura di trequartista, è da tempo un perno della rappresentativa del suo Paese. Presente anche a Euro 2020, autore del gol nel ko per 2-1 contro l’Ucraina.
Alioski è un tuttofare per la sua Macedonia del Nord, vuole a tutti i costi giocare il suo primo Mondiale a Qatar 2022
dopo la grande cavalcata degli scorsi Europei, e sta dando il suo contributo nella maniera che più gli piace: segnando e regalando assist ai compagni.

 

Foto: Twitter personale Alioski