Ultimo aggiornamento: giovedi' 02 aprile 2020 00:08

Acerbi si racconta: “Vado da uno psicanalista per migliorarmi sempre. Futuro? Vorrei allenare”

25.03.2020 | 23:05

Francesco Acerbi, difensore della Lazio, ha condiviso una diretta Instagram con Sos Fanta raccontandosi. Queste le sue parole: “Sto sempre in campo? Sì, voglio ogni volta giocare. È vero che in alcune partite sono più stanco, ma a volte uso la testa. Nel mio ruolo è importante usarla. Poi mi riposo durante la settimana. Io vado da uno psicanalista. Per migliorarmi come uomo e in quello che faccio. La determinazione dipende anche da se stessi, e quindi la volontà di migliorare è alla base di tutto. Il calciatore più difficile da marcare? I più difficili sono quelli completi, che hanno tutte le caratteristiche, quindi Higuain, Dzeko. Alcuni calciatori hanno doti particolari, ma quelli completi sono più imprevedibili. L’incredibile stagione di Immobile? Ciro già l’anno scorso aveva dimostrato di essere un grande. Quest’anno ha trovato equilibrio, serenità e convinzione. Quindi, come tutta la squadra, sta dando il meglio. Se lo sento? Certo, abbiamo un buon rapporto. Cosa farà una volta smesso di giocare? Mi piacerebbe fare l’allenatore. Se non cambio idea, vorrei allenare in futuro. Sono un bel rompiscatole e mi piace osservare. Penso che potrei gestire bene un gruppo”, ha concluso Acerbi.

 

Foto: Twitter ufficiale Uefa