Ultimo aggiornamento: venerdi' 16 aprile 2021 15:50

A.Lucarelli: “Per tanti ero solo il raccomandato di Cristiano. Nazionale? Due volte sono stato vicino a una chiamata”

28.03.2021 | 18:05

Il vice ds del Parma, Alessandro Lucarelli ha parlato della sua carriera da calciatore con il club ducale ai microfoni di 12TvParma, a raccogliere le sue parole è la Gazzetta di Parma: “Quando arrivai nel 2008 per tanti ero il fratello raccomandato di Cristiano, che era già qui dall’anno prima e in effetti fu lui a metterci una parola dato che sul mercato il Parma cercava un centrale mancino per completare la difesa a tre di Cagni. Il fatto poi che partimmo male rafforzò certi pregiudizi, poi con l’arrivo di Guidolin le cose si aggiustarono.
Il fallimento? La mancata concessione della licenza UEFA nell’estate 2014 scoperchiò una situazione irrimediabile. Periodicamente ci era stato chiesto di dilazionare gli stipendi o di rinunciare a certi premi per problemi momentanei di liquidità, mentre certi personaggi avevano creato una tale voragine. Non poteva che finire così, i ridicoli cambi di proprietà sono stata un’aggravante.
La Nazionale? In due diversi momenti sono stato vicino a una chiamata, però è rimasto un sogno incompiut
o”.

Foto: sito Parma