Ultimo aggiornamento: venerdi' 16 aprile 2021 14:56

L’indiscrezione: panchine Frosinone e Spal, gli aggiornamenti. L’attesa di Andreazzoli (e il Monza…)

27.02.2021 | 23:35

Due momenti difficili, quelli di Frosinone e Spal, vi abbiamo già segnalato nel pomeriggio la situazione precaria di Nesta e Marino sulle rispettive panchine, pur tenendo conto – aspetto da non sottovalutare – che la Serie B tornerà in campo martedì. Chi sta messo peggio é Nesta che non a caso ha dichiarato “capirei eventuali provvedimenti della società”. Il club è assolutamente deluso e la posizione di Nesta resta come minimo precaria.
Gli daranno tempo fino a martedì pomeriggio quando allo “Stirpe” arriverà il Monza? Ci sono stati contatti con Aurelio Andreazzoli, il profilo che piace di più al punto che è già stato individuato come il preferito per la prossima stagione. Specifichiamo: ci sono discorsi bene avviati, non ancora le firme e fino a quel momento tutto sarà possibile. Ma il Frosinone sta pensando di anticipare, prima o dopo martedì lo capiremo nelle prossime ore, di sicuro la fiducia nei riguardi di Nesta è agli sgoccioli. In questa mini lista, dietro Andreazzoli, c’è Gian Piero Ventura che ha un ottimo rapporto con Angelozzi. Capitolo Spal: c’è stato un vertice dopo il tonfo con la Reggina, l’idea è quella di andare avanti fino alla prossima trasferta di Salerno che potrebbe essere davvero decisiva per Marino. L’attenuante è quella di aver perso in inferiorità numerica, con il doppio giallo a Mora (imperdonabile ingenuità) arrivato all’alba della partita. Anche alla Spal piace Andreazzoli, in una lista ristretta che comprende Rastelli, ma oggi l’ex Genoa sta parlando con il Frosinone e in passato era stato a lungo un obiettivo del Monza quando Brocchi non era riuscito ad ottenere una certa continuità di risultati.
E occhio sempre al Monza per Andreazzoli se la squadra dovesse avere qualche altra incertezza, l’obiettivo imprescindibile di Galliani è la promozione diretta. E martedì, ribadiamo, ci sarà proprio Frosinone-Monza…Tornando a Marino, l’ex Vicenza è comunque in netto ritardo sulla tabella di marcia, l’organico a disposizione non giustifica simile rendimento. L’allenatore resta a rischio, avrà Salerno per provare a riscattarsi, a meno che – dopo il vertice senza scossoni ma di profonda delusione del pomeriggio – la situazione non precipiti nelle prossime ore.
Foto: sito Genoa