Ultimo aggiornamento: lunedi' 16 dicembre 2019 00:30

La ricostruzione di Canonico sintesi della crisi profonda del Bisceglie

14.11.2019 | 23:59

Nicola Canonico, patron dimissionario del Bisceglie, ha voluto risponderci in merito alla notizia dell’esonero di Sandro Pochesci dello scorso martedì con una ricostruzione che è degna figlia dell’attuale momento del club. Cadendo dalle nuvole, più o meno come Checco Zalone. Una ricostruzione ripresa, alla larga dalla minima verifica, anche da un sito solitamente abituato al “copia-incolla”, ovviamente senza citare le fonti, su notizie relative al calciomercato della Reggina. Ma questa non è una storia che strappa sorrisi, per informazioni basterebbe verificare la classifica e la disastrosa gestione (mercato compreso) dall’inizio della stagione. Canonico chieda a Pochesci: l’ha avvertito oppure no della sua volontà di esonerarlo? E chieda a se stesso, ma soltanto a se stesso, se non ha comunicato la decisione, salvo fare poi marcia indietro come succede quando sei in confusione e non sai a quale santo aggrapparti. Auguriamo al Bisceglie tempi e giorni migliori: l’attuale situazione non può certo dipendere da una notizia (parliamo di una notizia certificata e verificata), ma da un andamento complessivo che è sotto gli occhi di tutti. Canonico, ancora prima di metà novembre, si è disimpegnato annunciando che non avrebbe iscritto la squadra al prossimo campionato. Serve altro? La polvere sotto il tappeto, i piagnistei e lo scaricabarile sono cose che non ci appartengono. E se abbiamo dedicato fin troppo tempo a questa vicenda, con tutto il rispetto, è solo per amore della verità.