Marotta

Marotta: “Mercato logorante, ma può ancora succedere di tutto. L’operazione Neymar…”

Giuseppe Marotta, direttore generale della Juventus, è intervenuto ai microfoni di JTV parlando – tra le altre cose – del mercato dei bianconeri: “E’ un mercato logorante, in generale. Come da più parti è emerso, c’è voglia di stringere questo calvario. Esigenze? Ci sono ancora quindici giorni, può succedere di tutto. Noi siamo tranquilli e consapevoli di avere una rosa competitiva per le manifestazioni a cui parteciperemo. L’unico ruolo certo? Il portiere, siamo contenti di chi abbiamo tra i pali… Per il resto, servirebbe accorciare il mercato, dire chi arriverà è azzardato ma fa parte del gioco. Faremo un’analisi dopo il primo settembre. Nel mercato ci sono anche gli agenti, ora, coi giocatori che alla prima esclusione chiedono di cambiare maglia. Bentancur? E’ sottovalutato dai più perché giovane, non ha un grande palmares, una grande campagna di stampa ma sta dimostrando di essere un talento e in questa stagione può trovare il suo spazio per farlo trovare un profilo alto. Accorciare il mercato? L’obiettivo può essere farlo chiudere quando inizia una delle leghe importanti. Tanti non si presentano agli allenamenti, c’è intolleranza da chi non gioca a restare con la propria casacca. Non è più il calcio delle bandiere, di chi resta decenni con una maglia ma si rischia di assistere a spettacoli che poco hanno a che fare col calcio. L’operazione Neymar? Mi sembrava fosse una clausola sproporzionata ma se fosse stata di 300 o di 350, il PSG l’avrebbe preso. Fa parte del gioco, è un mercato in cui i valori si sono alzati verso l’alto anche di giocatori di qualità medie, proprio perché anche noi operatori non sappiamo quanto possa valore un giocatore finché qualcuno non lo cerca”.

Foto: sito ufficiale Juventus

Commenti

Archivio: Calciomercato