close
Personaggio del giorno
p17jehur9s1o2i118iehl1phg1d5q3

IL DRAMMA DI MILITO

Minuto numero sei di una partita che di certo non rimarrà nella storia del calcio, una gara come tante per un club blasonato come l’Inter e per un fenomeno mondiale del calibro di Diego Milito. Minuto numero sei che però resterà impresso nella memoria dell’ambiente nerazzurro a causa del gravissimo infortunio occorso al bomber argentino al ginocchio sinistro, un infortunio terribile che mette fine alla stagione dell’attaccante e rischia di chiudere in anticipo la carriera dello stesso. Ma ricostruiamo lo svolgimento dell’azione: Milito va in pressione su un difensore avversario che stava per rilanciare e durante la corsa il ginocchio compie un movimento innaturale che fa cadere a terra il centravanti. Milito si accorge subito della gravità dell’accaduto e richiama l’attenzione della panchina che inizialmente non si rende conto in pieno della serietà dell’incidente. Purtroppo però bastano pochi secondi e tutti capiscono che non è una semplice distorsione. Mani nei capelli per Antonio Cassano, disperazione per Andrea Stramaccioni e tutto lo stadio San Siro ammutolito. Milito viene portato in lacrime fuori dal terreno di gioco in barella tra gli applausi dei tifosi nerazzurri e anche se durante l’incontro le speranze che l’infortunio sia meno grave del previsto ci sono, il responso medico è glaciale.  Il calciatore argentino infatti ha riportato una lesione al legamento crociato anteriore e al collaterale del ginocchio sinistro con interessamento della capsula. Sarà immediata l’operazione e Milito dovrà restare ai box per almeno sei mesi. Nel dopo partita il successo finale per 2 a 0 con il Cluj passa in secondo piano e le dichiarazioni di tutti sono incentrate sul “Principe”. Il tecnico Andrea Stramaccioni fa gli auguri al suo giocatore. “Dobbiamo guardare avanti, ma è un momento bruttissimo per noi. Rivedere le immagini dell’infortunio fa male, noi dell’Inter vogliamo bene a Milito, che è un ragazzo straordinario e proveremo a stargli vicino”. Parole di affetto anche dai sui compagni e soprattutto dal suo collega Rodrigo Palacio. “Siamo dispiaciuti per Diego. Non ci voleva questo infortunio. E’ difficile sostituire uno come lui”.

Commenti

Archivio: Personaggio del giorno

Pedullà in tv o radio

Prossima trasmissione


Programma
Calcio € Mercato
Canale
Sportitalia - canale 60 DT e 225 SKY
Data
dal mar. al ven. alle 23.00

Programma
Iped
Canale
Sportitalia - canale 60 DT e 225 SKY
Data
giovedì e venerdì alle 24.00

Programma
Canale
Data